Altro Concorso Asl Vercelli nella bufera. Questa volta riguarda la scelta di due psicologi.

Altro Concorso Asl Vercelli nella bufera

Non c’è pace per i Concorsi dell’Asl VC… dopo le polemiche per quello concluso per 5 posti di OSS ne divampa un’altra per un concorso tuttora aperto. Si tratta del concorso per “Titoli ed esami” per l’assunzione a tempo indeterminato di n. 2 Dirigenti Psicologi – Psicoterapia. La prova pratica e orale è fissata per il 15 febbraio 2018. Ammessi dopo la prima prova in 21.

Possibile conflitto d’interesse

Fra questi c’è il dottor Alessandro Lombardo, un valente professionista, tanto da essere il Presidente dell’Ordine degli Psicologi del Piemonte. La polemica è appunto che il medico dovrà essere valutato da una commissione composta da iscritti all’Ordine che si trovano così nell’imbarazzante situazione di giudicare il loro Presidente. Mentre il presidente della Commissione stessa figura insieme a Lombardi nella Consulta Sanitaria dello stesso ordine.
La cosa è già trapelata, se n’è occupato il noto sito “Lo Spiffero”, solitamente molto ben informato sulle questioni politico amministrative.

Leggi anche:  Incidente mortale nella notte, muore un 63enne

Monta la polemica dei colleghi

Dopo aver letto di questa strana situazione un gruppo di psicologhe iscritte all’Ordine ha scritto ai giornali chiedendo lumi all’Asl Vc “Siamo stupite e vorremmo una dichiarazione ufficiale in merito sia sulla legalità che sulla moralità della cosa. Seguirà probabile ricorso. E, a parte la rabbia evidente, vorrei sapeste che c’è un profondo rammarico e delusione dal comportamento di persone che invece dovrebbero dare l’esempio. Troppo comodo ripararsi dietro alla libertà individuale di partecipare ai concorsi, qui ci sono elementi di etica e correttezza totalmente ignorati”. La documentazione consultata e disponibile online conferma questa vicenda. Per carità, nessuna criminalizzazione, ma c’è chi ha fatto notare che Lombardi, per salvare le apparenze, avrebbe quantomeno dovuto sospendersi dalla Presidenza dell’Ordine.