CONAPO incontra il Prefetto di Vercelli dottor Michele Tortora, ricordando la pesante carenza di persona del Comando Provinciale di Vercelli

Vigili del Fuoco: carenza di personale

Il giorno 30 gennaio il segretario Provinciale Luca Filetti del CONAPO, Sindacato Autonomo dei Vigili del Fuoco, insieme al vice segretario regionale Alessandro Basile e Alessandro Boni della segreteria provinciale, hanno incontrato Sua Eccellenza il Prefetto di Vercelli dr. Michele Tortora. Durante l’incontro Basile e Filetti hanno ricordato e ribadito la pesante carenza di personale del Comando Prov.le di Vercelli, nella fattispecie circa 30 Capi Squadra e 10 Vigili per un totale di 40 unità, alle quali si sommano le inevitabili assenze per malattie, riposi e ferie che il personale deve prendere.

Turn over limitato e personale sotto stress

Questa situazione, hanno spiegato, limita fortemente il turn over, mettendo sotto stress il personale che spesso deve rientrare al di fuori del proprio turno di lavoro per coprire le carenze e garantire sempre e comunque il soccorso al cittadino. I Vigili del Fuoco hanno chiarito come queste carenze si trascinino
poi su ogni ordine di qualifica e ruolo destabilizzando l’intero sistema e mettendo a rischio addirittura la presenza del personale presso le sedi periferiche, come ad esempio il Distaccamento di Livorno Ferraris.
Altrettanto importante è l’assenza di una autoscala o piattaforma aerea nella Valsesia, che limita fortemente la rapidità di intervento ai piani alti e che, nonostante la grande formazione del personale per lavorare in sicurezza, espone a maggiori rischi i vigili. S.E. il Prefetto ha raccolto con interesse ed
attenzione tutte le questioni esposte, precisando che per alcune di esse, essendo già al corrente, si era mosso per portare una maggiore attenzione ai VV.F. del nostro territorio. Ci siamo infine congedati con il proposito di entrambe le parti di continuare a tenere alto l’interesse sulle questioni da parte del Ministero, al fine di beneficiare quanto prima di una maggiore assegnazione di uomini e mezzi.

Leggi anche:  Ifi Santhià: un sospiro di sollievo

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE