Vercelli: Anziani segregati nelle case ATC. Questione non è ancora sanata, nonostante le rassicurazioni dell’assessore Caucino.

Vercelli: Anziani segregati nelle case ATC

La situazione delle case popolari dei Cappuccini, con anziani murati di fatto in casa per ascensori guasti, come riportato dal nostro giornale già nel mese di ottobre 2019, era stata oggetto di un’interrogazione del Movimento 5 Stelle ed in particolare dal consigliere comunale Michelangelo Catricalà, alla Regione.

L’interrogazione

«Una situazione drammatica – l’amara conclusione – agli Anziani e disabili, assegnatari degli alloggi, viene di fatto negato il sacrosanto diritto alla mobilità che dovrebbe essere garantito per legge.
Cosa aspetta ATC ad intervenire? E visti numerosi casi segnalati negli ultimi anni, come intende intervenire la Regione Piemonte per migliorare i servizi in capo all’Agenzia Territoriale della Casa quadrante Nord?. E’ quanto chiederemo attraverso un’interrogazione, a firma Sean Sacco, rivolta alla Giunta Cirio. I cittadini delle case Atc meritano risposte concrete il prima possibile”.

L’ aggiornamento

“La situazione di grave degrado nelle case ATC del Rione Cappuccini di Vercelli non è ancora stata sanata, nonostante le rassicurazioni dell’assessore Caucino.

Leggi anche:  Anacoleti: appuntamento con un fuori stagione

Agli Anziani e disabili, assegnatari degli alloggi, viene di fatto negato il diritto alla mobilità a causa di alcuni guasti che hanno compromesso l’uso degli ascensori da molti mesi. Ci sono infatti inquilini che fanno grande fatica ad uscire di casa perché hanno pesanti limitazioni nei movimenti. Alle denunce del nostro consigliere di Vercelli Michelangelo Catricalà è seguita la nostra interrogazione in Consiglio Regionale. Abbiamo atteso più di un mese ma non sono arrivati segnali né dall’assessorato né dall’Atc Piemonte nord che fra le altre cose aveva già approvato le determine per riparare gli ascensori addirittura nel novembre del 2018.

Chiederemo nuovamente conto all’assessore Caucino e alla giunta Cirio – commenta Sean Sacco, Consigliere Regionale M5S Piemonte – perché la situazione non è più tollerabile. Cosa aspetta ATC ad intervenire? E visti numerosi casi segnalati negli ultimi anni, come intende intervenire la Regione Piemonte per migliorare i servizi in capo all’Agenzia Territoriale della Casa quadrante Nord?”.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE