La tragedia di Superga fu l’incidente aereo avvenuto esattamente 70 anni fa, il 4 maggio del 1949. Erano le 17:03 quando persero la vita i giocatori del Grande Torino.

La tragedia di Superga

La tragedia di Superga fu un incidente aereo avvenuto il 4 maggio 1949. Alle ore 17:03, il Fiat G.212 della compagnia aerea ALI, siglato I-ELCE, con a bordo l’intera squadra del Grande Torino, si schiantò contro il muraglione del terrapieno posteriore della basilica di Superga, che sorge sulla collina torinese. Le vittime furono 31: diciotto giocatori, i dirigenti, l’equipaggio e i giornalisti.

LEGGI ANCHE: Il pomeriggio che inghiottì il Grande Torino

Il programma della giornata

La manifestazione organizzata nel 70esimo anniversario di questa tragedia è cominciata alle 10 al Cimitero Monumentale dove riposano alcuni dei giocatori del Grande Torino. Don Riccardo Robella ha benedetto i sepolcri alla presenza della dirigenza del Torino, i rappresentanti di Regione Piemonte e Comune, dell’Associazione ex calciatori granata e a le famiglie delle vittime. Proprio in questi istanti, invece, l’esibizione dei Sensounico e il ricordo dei tanti tifosi presenti. Nel pomeriggio, e più precisamente alle 15.30, sarà celebrata in Duomo la Santa Messa celebrata da Don Robella. Sarà presente la squadra del Torino oltre che la dirigente. Poi tutti al colle di Superga dove il capitano Andrea Belotti nominerà tutti i 31 caduti nel’incidente. Come sempre sono attesi centinaia di tifosi, grandi e bambini. Tutti lì per ricordare quella tragedia che ancora oggi nessuno può dimenticare.

Leggi anche:  Asciugacapelli ritirato dal mercato

LEGGI ANCHE: Tutte le vite di Erno Erbstein, architetto del Grande Torino

Lunedì invece…

Lunedì 6 maggio, invece, nella Sala Rossa del Comune di Torino, saranno ricordate le vittime alla presenza del primo cittadino Chiara Appendino, della società di Urbano Cairo. Sarà presente anche Franco Ossola, figlio di una vittima dell’incidente.

LEGGI ANCHE: Crescentino dedica un Monumento al Grande Torino