Sport e tempo libero: il Comune di Santhià indice un sondaggio fra i giovani per capire meglio abitudini e desideri.

Sport e tempo libero: il questionario

In questi giorni sarà distribuito agli studenti dell’istituto comprensivo Sant’Ignazio e dell’istituto tecnico industriale un questionario sul tema “Sport e tempo libero”. Lo annuncia il comune di Santhià. L’indagine vuole approfondire le attività sportive praticate, le modalità di vita, le preferenze e i passatempi dei ragazzi. I questionari saranno anonimi e le risposte verranno elaborate dal settore di Calcolo e Statistica dell’Itis. L’obiettivo è quello di valutare il rapporto che hanno i ragazzi con lo sport suggerendo quindi politiche più mirate atte ad avvicinarli all’attività sportiva e a sani stili di vita. L’iniziativa è proposta dalla Consulta dello Sport in collaborazione con il Comune di Santhià, l’Istituto comprensivo S. Ignazio e l’Istituto Tecnico Industriale.

Le abitudini

«E’ stato un lavoro complesso – spiega il consigliere comunale Gabriele Posillipo, con delega allo Sport – che ha preso il via nel corso dell’ultima Festa dello Sport. Abbiamo preso coscienza che si possono inserire nuove proposte a livello di società sportive e anche di attività comunali solo se si conoscono le abitudini dei diretti interessati, in questo caso, per lo più dei ragazzi, in ambito di sport e tempo libero. La Consulta dello Sport si è resa subito disponibile così come le scuole interessate. Il questionario sarà distribuito e fatto compilare in collaborazione con gli insegnati di educazione fisica (o motoria) con la formula della compilazione anonima».

Leggi anche:  Ritirato farmaco contro il colesterolo

La Consulta dello Sport

«Il questionario è uno strumento formidabile, se ben compilato, per avere indicazioni effettive su cui lavorare e avanzare proposte in ambito sportivo – aggiunge il sindaco Angelo Cappuccio – Invito davvero tutti gli studenti che lo riceveranno a farne buon uso e a compilarlo in modo completo. Colgo per ringraziare gli insegnanti per la collaborazione e per evidenziare il lavoro della Consulta dello Sport che in un anno di attività sta mettendo serie basi per iniziative interessanti e un sereno rapporto fra le diverse realtà sportive che a Santhià, per fortuna, non mancano. Non sta a me sottolineare l’importanza della attività sportiva che deve però essere fatta però con piacere, passione e
impegno».