Sagra della panissa prosegue fino a venerdì la grande kermesse dedicata al piatto tipico vercellese.

Sagra della panissa edizione 28

E’ stata inaugurata sabato, nel cortile della palestra Mazzini, la 28esima edizione della Sagra d’la Panissa. Quest’anno l’apertura non è avvenuta con il consueto taglio del nastro, ma con un minuto di silenzio in memoria delle vittime della tragedia del 14 agosto, che ha colpito Genova con il crollo del ponte Morandi. Il Comitato Vecchia Porta Casale, presieduto da Guido Manolli, organizza da 28 anni la Sagra d’la Panissa, con l’obiettivo di promuovere e rivalutare un piatto tipico della tradizione vercellese e tutti gli ingredienti usati per cucinarlo: riso, vino rosso, fagioli, salame d’la Duja. In questi anni, sotto al grande stand gastronomico, sono passate decine di migliaia di persone, tra i quali molti vercellesi ma anche tanti visitatori e buongustai provenienti da altre regioni d’Italia.

Il menu

La cucina, che apre ogni sera alle 19:30, resta il motore della manifestazione e una certezza per deliziare il gusto. Un ricco menù per soddisfare ogni palato ed esigenza: la regina della Sagra, la panissa, prelibata, fatta bene e cotta al punto giusto, agnolotti, salame sotto grasso, lingua in salsa, insalata di mare, stinco al forno con patatine, arrosto di tacchino, asino con polenta, grigliata mista, milanese di tacchino con patatine, rane fritte, insalata, patatine fritte, formaggio misto, torta, tartufata e bevande. La kermesse del “risotto più buono del mondo” durerà fino a venerdì 24 agosto e ogni giornata sarà animata da spettacoli, eventi sportivi dedicati a grandi amici che ci hanno lasciato, visita guidata alla città e la mostra d’arte che ogni anno si arricchisce di nuove proposte accanto a presenze ormai consolidate.

sagra della panissa

Musica, arte e cultura

Quest’anno la Sagra ospita nuovamente la mostra dedicata al grande Buscaglione nato a Torino, organizzata dagli “Amici di Fred”, club nato nel 1991 da un’idea di Stefano Di Tano, che già all’indomani della morte di Fred aveva iniziato a raccogliere materiale, giornali e documenti sull’artista torinese. Da allora, il materiale recuperato nei mercatini di mezza Italia, da collezionisti e appassionati e in ogni dove è stato imponente. La scomparsa di Buscaglione, avvenuta nel pieno della sua carriera di cantante e di attore, fu un evento mediatico che ebbe ampie ripercussioni nell’italia e nel boom economico. Dopo la morte, le sue canzoni continuarono ad essere ascoltate alla radio e nei jukebox che andavano diffondendosi lungo tutta la penisola italiana. Il Comitato Vecchia Porta Casale ha voluto così rendere omaggio ad un grande personaggio, ospitando una mostra che presenta alcune tappe importanti della sua movimentata carriera artistica, nel mondo della canzone, del cinema e della televisione. Un piccolo ricordo per un grande artista perché i valori si misurano con l’affetto e l’emozione che suscitano nel nostro cuore.

Leggi anche:  Artes Liberales ODV inaugura sabato 18 gennaio

sagra della panissa

Questa sera

Stasera Paola Damì alle 21 aprirà le danze e alle 23 ci sarà l’esibizione New Latin Style Dance School di Alessandro Mai. Martedì alle 20 ci sarà la partenza della Gara Podistica “Trofeo Luigi Gargagli” e alle 21 ci sarà la premiazione. A partire dalle 23 il palco sarà di Alex Tosi. Mercoledì ci sarà il concerto di Shary Band alle ore 23 e giovedì quello di Michele alle 22.  A concludere questa settimana di festa ci penserà Divina Band, che farà ballare tutti i presenti all’insegna di buona musica. Sull’area è stato affettuato il trattamento antizanzare per rendere più piacevole la permanenza all’aria aperta di tutti coloro che desiderano divertirsi e trascorrere qualche ora in spensieratezza. Dunque, non resta che accorrere numerosi alla sagra più amata, per mangiare bene e divertirsi con serate fuori dalle righe adatte a tutte le età.