Puzza di bruciato a Vercelli: Arpa non rileva nulla. Resta il mistero sulla provenienza unico incendio rilevante ad Avigliana ma ore prima e a 85 km di distanza.

Puzza di bruciato a Vercelli: Arpa non rileva nulla

Ieri sera uscendo in strada alle ore 19,30 si avvertiva  un forte odore di bruciato, persistente, da piazza Mazzini fino a piazza del Tribunale. Eppure non risultavano incendi.

La puzza era di plastica bruciata, quasi lo stesso odore che si può sentire ad esempio anche a un paio d’ore di distanza dal rogo di una vettura, non si poteva non sentire ed in effetti molti vercellesi si sono preoccupati ed ora è arrivata la nota del Comune.

“Nessuna problematica rilevante”

“A seguito di segnalazioni da parte di alcuni cittadini che nella serata di ieri lamentavano un odore strano ci siamo attivati tempestivamente per verificare e stabilirne l’origine così da intervenire nel modo adeguato.

I tecnici dell’ARPA non hanno rilevato nulla di anomalo o problematico, stessa cosa i vigili del fuoco, per cui possiamo affermare che sia tutto sotto controllo.

Come riferito dall’assessore Evangelisti, che si è subito attivata mettendosi in contatto con i tecnici, c’è stato un incendio a Torino e, visto la conformazione della pianura padana, questo potrebbe aver avuto un impatto seppur marginale su Vercelli”.

Resta il mistero sulla provenienza

Nella notte tra domenica e lunedì c’è stato un incendio importante ad Avigliana, in fiamme un deposito di gomme (Leggi l’articolo de La Nuova Periferia). Altri episodi a Torino e dintorni non sono segnalati, non almeno della stessa portata. Considerato che ci sono ben 85 chilometri in linea d’aria pare difficile che possa essere quella l’origine, non ricordiamo un caso simile negli ultimi anni. Quando andò a fuoco il deposito di rifiuti nel Pavese o anche in occasione dell’ìncendio alla ditta Vescovo (leggi anche: Incendio Palazzolo: video e aggiornamento) che erano ben più vicine, non si sentì odore di bruciato in centro a Vercelli. Le rassicurazioni di Arpa sono una buona notizia, resta comunque il mistero sull’origine.

Leggi anche:  "La Delibera n.72/2017 di San Germano non è razzista".

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE