Punto nascita Borgosesia: “problemi risolti”. Non si trovano medici per il servizio, ora con un appalto esterno è garantito il personale notturno.

Punto nascita Borgosesia: “problemi risolti”

Il “Punto nascita” di Borgosesia è una buona idea ma negli ultimi tempi è stato non poco in difficoltà, il motivo è che l’Asl non riesce a trovare medici per coprire tutti i turni. Ora la situazione dovrebbe tornare alla normalità.

“Da tempo – sottolinea il direttore dell’Asl VC Chiara Serpieri – portiamo avanti procedure per reclutare nuovi professionisti per Borgosesia. Ma finora non sono seguite adesioni e quindi le relative assunzioni.

L’Asl di Vercelli  ha messo in atto una serie di azioni per far sì che non vi siano disagi per le pazienti. Siamo impegnati al massimo e facciamo appello ai medici affinché rispondano ai nostri bandi”.

Ricorso a personale esterno

L’ultimo atto in ordine di tempo è stato l’affidamento di un appalto di servizi all’esterno. Questo per garantire la presenza di personale nelle ore notturne e per assicurare le reperibilità.

Leggi anche:  Cybersecurity in Italia: trappole di miele e altri pericoli

Un ‘attività che in questo momento ha creato una condizione di stabilità e consente di poter contare durante il giorno sulla presenza del personale dipendente, assicurando anche una regolare prosecuzione delle attività ambulatoriali quotidiane.