Pozzo inquinato allarme a Carisio. In un terreno privato del Polo Logistico. L’acqua pubblica è potabile.

Pozzo inquinato allarme a Carisio

In questi giorni il Comune di Carisio ha recapitato agli abitanti una comunicazione (datata 31 gennaio) per mettere in guardia dall’uso di acqua NON proveniente dall’acquedotto.

“L’Asl Vercelli – si legge in questo documento – ha comunicato la sospensione  del giudizio di potabilità delle acque destinate ad uso umano di un pozzo idrico privato ubicato nella zona Polo Logistico del Comune di Carisio”.

Nel volantino l’amministrazione comunale informa i cittadini di aver subito interpellato il gestore dell’acquedotto locale, il Servizio Idrico Integrato. Sii ha confermato che l’acqua pubblica gestita dall’acquedotto è potabile.

A titolo cautelativo il Comune invita tuttavia i privati a non usare l’acqua proveniente dai loro pozzi. Evidenzia pure che la contaminazione eventuale non si esaurisce con la bollitura.

Asl e Arpa stanno conducendo analisi in tutti i pozzi privati del territorio carisino. Il Comune invita tutti i proprietari in possesso del certificato di potabilità delle acque dei loro pozzi a produrre copia delle ultime analisi effettuate all’Ufficio Tecnico Comunale.

Leggi anche:  Polioli Vercelli: più che un accordo un ricatto

A quanto si sa la sostanza di cui è stata rilevata una presenza oltre soglia dovrebbe essere il Cromo. Sarebbero dunque in corso accertamenti per capire la fonte dell’inquinamento. Non sono da escludere sviluppi di natura giudiziaria.