Polemica per i cartelli stradali a Casale Monferrato. La solleva ironicamente il gruppo “Casale Futura” che però pone serie questioni sul fronte della promozione turistica della città.

Polemica per i cartelli stradali a Casale

Una curiosità che forse qualche vercellese avrà pure notato. I cartelli stradali che indicano la vicina località monferrina hanno la dicitura :”Casale” quando li incrociate da Alessandria Verso Vercelli. Mentre la più corretta “Casale Monferrato” è riportata invece venendo da Vercelli in direzione Casale.

Una piccola differenza, peraltro nell’uso colloquiale in tutti i territori circostanti si dice “Vado a Casale” più che “Vado a Casale Monferrato”, ma è stata sufficiente ad esponenti del gruppo “Casale Futura” per sollevare la questione partendo dall’ironica constatazione. Allargando l’orizzonte a una seria revisione della cartellonistica nella provincia di Alessandria per renderla unitaria.

Una città poco pubblicizzata sulle strade

I provvedimenti auspicati sono diversi, si passa dall’aggiornamento della cartellonistica digitale e multimediale a scopo di informazione turistica. Fra le anomalie anche il fatto che chi transita nel tratto monferrino della A26 viene invogliato a visitare il Santuario di Crea con apposito mega tabellone, ma non a visitare Casale Monferrato che, come ben sanno i vercellesi, ha un centro storico molto suggestivo oltre al castello e ad altre location.