Nuova truffa online: allerta della Polizia Postale: ricompense per i clienti Vodafone. “Sportello dei Diritti”: non dare seguito al messaggio e non rispondere alle domande

Nuova truffa online: allerta della Polizia Postale

«Attenzione una nuova truffa gira sulla rete. Questa volta riguarda un falso programma di ricompense per i clienti vodafone. Il messaggio inizia così: “Desideriamo ringraziarti per essere stato a lungo un utilizzatore di un dispositivo Vodafone”. A segnalare l’ultima allerta in tema di frodi online che lo “Sportello dei Diritti” prontamente ritiene utile rilanciare, è la Polizia Postale attraverso un post pubblicato sulla pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia”” che invita a seguire alcuni consigli per evitare conseguenze pregiudizievoli per questo programma di phishing massivo in atto da parte di malintenzionati della rete non dare seguito al messaggio stesso, evitando di rispondere alle domande; effettuare una scansione approfondita, con un antivirus/antimalware aggiornato, del dispositivo utilizzato per navigare sul web.

I consigli dello “Sprtello dei Diritti”

Ancora una volta, mentre anche l’azienda smentisce categoricamente di essere la promotrice dell’iniziativa – rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” – il modo migliore per difendersi, è quello di non rispondere mai a questi messaggi dal contenuto truffaldino e quindi di non cliccare sui link cui solitamente conducono o rispondere alle richieste di dati personali o bancari. Basta quindi cestinarli, cancellandoli dal proprio dispositivo e non contribuire a diffonderli, evitando di inoltrarli ai nostri contatti. Nel caso siate comunque incappati nella frode potrete rivolgersi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.

Leggi anche:  Natale a Santhià: Laboratori creativi con Lidia Acquaviva

<a href=”https://notiziaoggivercelli.it“>VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE</a>