Michelangelo Catricalà rinuncia ai gettoni di presenza. Il Capogruppo del Movimento 5 Stelle destinerà l’importo a favore degli Istituti Comprensivi di Vercelli.

Michelangelo Catricalà rinuncia ai gettoni di presenza

“Ho deciso, anche per questo mio secondo mandato, di rinunciare ai gettoni di presenza del Consiglio Comunale e delle Commissioni di cui faccio parte, a favore degli Istituti Comprensivi di Vercelli. Nel 2015 avevo presentato un’interrogazione nella quale chiedevo di destinare i gettoni di presenza dei consiglieri alle Scuole vercellesi per l’acquisto di materiale informatico.

Ritengo il mio un gesto di buona volontà, un piccolo contributo per tutti i genitori che devono sobbarcarsi la spesa del materiale scolastico per i propri figli, purtroppo anche della carta igienica… e non è una battuta di spirito, perché la carta igienica i ragazzi devono davvero portarsela da casa.

Lo avevo promesso in IV Commissione – lavori pubblici – convocata quasi ogni settimana per decisione del Presidente, con il fine di dedicare maggior tempo e attenzione ai temi oggetto di analisi. Seppur favorevole con la sua scelta, ho proposto a tutti i consiglieri presenti di rinunciare al gettone. Ad ora nessuno ha accolto il mio invito, seppur confido che presto anche altri seguiranno il mio esempio.

Leggi anche:  Escherichia coli nello stracchino: lotto ritirato da Ministero della Salute

Dati alla mano, infatti, in questo modo si potrebbero risparmiare circa 40.000 € per mandato. Cifra che permetterebbe di fare una cospicua scorta di carta igienica o di borracce per gli studenti (per diminuire l’utilizzo della plastica).

Il Comune di Vercelli eroga circa 18 € lordi (tra i più bassi d’Italia) per ogni Consigliere che partecipa al Consiglio – uno al mese – o alle Commissioni; cifra che non può fare la differenza per le tasche dei miei colleghi in Consiglio, ma che rappresenterebbe un’importante risorsa aggiuntiva a bilancio per le nostre scuole!”.

 

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE