Legambiente Trino presenta il progetto VisPo per tenere pulite le sponde del fiume.

Legambiente Trino e progetto VisPo

VisPO (Volunteer Initiative for a Sustainable Po): è un progetto è di portata europea quello che riguarda la pulizia delle sponde del Po. Fra le realtà coinvolte, anche il gruppo di Trino del Circolo Legambiente del Vercellese e  il circolo VerdeBlu di Casale Monferrato. Il progetto porta la firma di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, Arpa, lo European research institute Ungheria. Per due anni saranno impegnati volontari per pulire le sponde del Po e dei suoi 12 affluenti in giro per il Piemonte.

L’obiettivo

Lo scopo è quello di «valorizzare dal punto di vista naturalistico un bene insostituibile, una risorsa anche turistica della regione. L’idea nasce dalla volontà di ripulire, tramite interventi operativi e a basso contenuto professionale, le sponde del Po, organizzando a lato una serie di iniziative che portino alla creazione di un bacino di volontari, dai 18 ai 30 anni, reperibili in modo duraturo, che diffondano presso la società civile una nuova consapevolezza delle acque fluviali come risorsa ambientale, ludico sportiva, turistica – spiegano dal gruppo Legambiente di Trino – A operare, come detto, saranno prioritariamente ragazzi under 30, ma non solo, che rimuoveranno rifiuti e detriti di ogni tipo: quelli portati dalle esondazioni, ancora visibili, oppure bottiglie e cartacce lasciate dai cittadini accanto ai fiumi; o ancora i rifiuti più voluminosi, come copertoni o piastrelle, di chi usa le sponde come discariche».

Leggi anche:  Allerta salute: allergeni non dichiarati nella piadina biologica olio

I tempi

Gli interventi di pulizia proseguiranno fino alla fine del 2020 grazie a 740 mila euro provenienti da fondi dell’Unione europea. Interesseranno 40 aree piemontesi, con particolare attenzione ai siti della rete «Natura 2000», quelli meritevoli di tutela secondo l’Ue, per la nostra macroarea – tra Camino, Morano sul Po Pontestura e Trino – sono previsti interventi sul sito di GHIAIA GRANDE. Più una quarantunesima, in Ungheria, sulle sponde del Danubio,
con altri 20 volontari. La ricerca dei partecipanti è appena partita. Chi ha tra 18 e 30 anni e risiede in un Paese dell’Ue (compresi i rifugiati con residenza temporanea) può iscriversi al sito www.bevispo.eu (per informazioni:
info@bevispo.eu). Una base c’è già: arriva dai 30 circoli piemontesi di Legambiente.

L’incontro

Per spiegare cos’è VisPO, per meglio comprenderne le finalità, per ricevere aiuti e suggerimenti, il Gruppo di Trino di Legambiente del Vercellese ha organizzato un momento di approfondimento che si svolgerà a Trino, sabato 2 marzo, nella saletta comunale di piazza Banfora, a partire dalle 15,30. A tale iniziativa, alla quale sono state invitate anche le amministrazioni comunali di Camino, Pontestura, Morano sul Po e Trino oltre al Parco del Po Vercellese Alessandrino, saranno presenti anche i responsabili del progetto di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, i ragazzi “dedicati” alla nostra zona. Gli organizzatori confidano in una buona partecipazione della popolazione ed in un proficuo passaparola informativo.