In Europa è allerta per la pasta italiana contaminata da insetti. Lo Sportello dei Diritti chiede al Ministero ulteriori informazioni.

In Europa è allerta per la pasta italiana contaminata da insetti

La terribile scoperta in Danimarca e Islanda, come riporta novaranetweek.it. Il Sistema rapido di allerta comunitario (RASFF), in queste ore, sta lanciando l’allarme sulla presenza di insetti in alcuni lotti di pasta secca (dei quali non si conosce la marca). “C’è la possibilità concreta, avverte Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” che diversi lotti di questo prodotto siano già nelle dispense di casa nostra e vengano consumati nei prossimi giorni, senza poter reagire.

La posizione dello Sportello dei diritti

“Insomma, oltre a temere il glifosato e le micotossine, adesso ci dobbiamo pure spaventare di altri contaminanti eventualmente presenti nella pasta come gli insetti. Ma come si fa a saperlo se il Ministero non ci informa? Nello specifico si tratta dell’avviso di sicurezza (2019.3622 del 17/10/2019) per pasta secca dall’Italia infestata da insetti di cui non si conoscono al momento il tipo e il nome del produttore, anche se già immesso sull’intero mercato nazionale e venduta anche nei supermercati della Danimarca, Islanda e altri paesi membri.

Leggi anche:  Progetti di welfare aziendali e territoriali

Anche se si tratta di un problema non serio, come segnala il RASFF, il sistema di allerta europeo rapido per la sicurezza alimentare, questo caso riportato non vuole creare allarmismo o screditare il sistema alimentare italiano ed europeo, ma fare capire che ogni giorno la macchina dei controlli trova delle irregolarità. In Italia siamo bravi a puntare il dito contro i prodotti contaminati che provengono dall’estero ( mozzarella blu, uova alla diossina, …..) ma si tratta di un comportamento miope, perché gli incidenti coinvolgono tutti i Paesi”.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE