La donna intendeva gettarsi dal cavalcavia di corso Amedeo Avogadro di Quaregna.

Sabato 30 aprile, verso mezzogiorno, una donna ha tentato il suicidio sul cavalcavia in Corso Amedeo Avogadro di Quaregna e solo grazie al pronto intervento dei poliziotti della locale Questura è stato possibile salvare la vita alla donna.

Sono le 12 di sabato, sul cavalcavia antistante l’hotel Palace e una donna, una vercellese sopra i cinquant’anni, è a cavalcioni del guard rail coi piedi rivolti verso il basso e una folla di persone, comprendendo le intenzioni suicide della donna, si raduna attorno alla stessa cercando di farla desistere. Nel mentre, un’utente telefona al 113 riferendo dei fatti.

Immediato è stato l’intervento degli agenti della squadra ‘Volante’ della Questura, che, giunti sul posto, comprendevano subito la difficoltà di far ritornare la donna sui suoi passi. Pertanto, con uno stratagemma, mentre uno degli agenti distraeva la donna, l’altro le afferrava un braccio e la tirava, con non poca fatica, all’interno della carreggiata mettendola così in sicurezza. Sul posto interveniva personale del 118 che provvedevano al ricovero della donna che, si scoprirà dopo, aveva assunto anche un mix di farmaci che incideva fortemente sul suo stato di salute mentale.

Leggi anche:  Crova: domenica 19 gennaio torna Daria Fontanella

All’origine del gesto problemi di salute e familiari: per fortuna, tuttavia, grazie al tempestivo allertamento della Polizia di Stato da parte dei cittadini e al pronto intervento degli operatori è stato possibile scongiurare l’insano gesto.