Il progetto “Vercelli hub sociale” intitolato al compianto Andrea Raineri, a testimonianza del grande impegno e della straordinaria generosità profusa a vantaggio dei soggetti più fragili.

“Hub Sociale Andrea Raineri”: al via il progetto

Il Consiglio Direttivo della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, nel corso della riunione del 21 Febbraio u.s., ha approvato un progetto di azioni innovative di contrasto alla disoccupazione delle fasce svantaggiate della popolazione, attraverso la promozione del Welfare di comunità.
Con il consenso della famiglia e d’intesa con l’Amministrazione Comunale si è deliberato di intitolare il progetto “Vercelli hub sociale” al compianto Andrea Raineri, a testimonianza del grande impegno e della straordinaria generosità costantemente profusa proprio a vantaggio dei soggetti più fragili della nostra comunità.

Il miglior modo per ricordare

La Fondazione ritiene che non vi sia miglior modo di ricordare in modo concreto il giovane Assessore, scomparso lo scorso 7 Gennaio, che quello di varare un’iniziativa strettamente collegata ai temi ed ai valori che hanno contraddistinto l’indimenticabile azione di Andrea Raineri.
Fondazione CRV nel corso degli anni ha sostenuto molte iniziative di supporto alla ricerca dell’occupazione, al reingresso nel mondo del lavoro, alla riqualificazione professionale, alla promozione dell’autoimpiego, impegnando su questo fronte una parte significativa delle proprie erogazioni.
In continuità con questi interventi è stato quindi varato il bando per l’affidamento del progetto “Vercelli hub – Andrea Raineri” del valore complessivo di 210.000,00 euro.

Obiettivi e principi

Gli obiettivi e i principi dell’intervento sono quelli di aumentare l’occupazione sul territorio provinciale, con particolare riferimento ai soggetti svantaggiati, ambosessi, che presentano difficoltà di inserimento/reinserimento nel mercato del lavoro, con maggiore attenzione a quelli con bassi livelli di occupabilità.
Nello specifico si prevede di:
a. Attivare modalità di aggancio e rimotivazione al lavoro delle persone disoccupate che sono in situazione di inattività
b. Sostenere l’avvio di brevi percorsi formativi, progettati sulla base delle richieste già espresse dalle imprese conosciute, che diano alle persone che li hanno frequentati immediate possibilità di inserimento
c. Promuovere l’attivazione di tirocini purchè siano veramente formativi e consentano ai beneficiari di sperimentarsi su mansioni nuove
d. Integrare i percorsi di ricollocazione con un’azione di tutoraggio e accompagnamento, da svolgersi durante l’inserimento in azienda, che rappresenti per l’azienda stessa un affidabile riferimento in caso di problemi

Leggi anche:  Polioli Bioenergy deposita il progetto per il Biometano

e. Sostenere la messa a sistema di politiche del lavoro innovative, efficaci e capaci di proporre percorsi credibili anche per le persone meno occupabili, proponendo un modello efficace, innovativo e replicabile
f. Promuovere il raccordo interistituzionale tra soggetti che, a vario titolo, operano sul territorio a favore dei beneficiari del progetto, anche attraverso la stipula di accordi e protocolli di intesa.

Bando e modulistica

Il bando è rivolto ad Enti del Terzo Settore, come disciplinati dal D.Lgs. 117/2017.
Copia integrale del bando di concorso, unitamente alla modulistica predisposta, è a disposizione sul sito internet della Fondazione (www.fondazionecrvercelli.it) o presso la sede della Fondazione.
Informazioni e chiarimenti potranno essere richiesti all’indirizzo e-mail: segreteria@fondazionecrvercelli.it oppure al numero telefonico 0161/600314.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE