Forum europeo del riso: anche Confagricoltura presente all’appello.

Forum europeo del riso

«L’Italia è il principale produttore europeo di riso. Siamo pronti ad affrontare le vicende del mercato interno, che riguardano un comparto essenziale della nostra agricoltura e incidono notevolmente sui redditi dei produttori». Lo ha detto la vicepresidente di Confagricoltura Elisabetta Falchi che domani parteciperà a Bruxelles al terzo Forum europeo del riso insieme a una delegazione di risicoltori, tra cui il Presidente di Confagricoltura Vercelli e Biella e presidente della FNP risicoltura, Giovanni Perinotti, a confronto con i rappresentanti dell’industria risiera e le istituzioni nazionali ed europee. In Italia si producono circa 1,6 milioni di tonnellate di riso, oltre la metà dell’intera produzione UE, concentrata in particolare in Piemonte, Lombardia e Veneto. Le altre regioni produttrici sono Emilia-Romagna, Toscana, Sardegna, Calabria e Sicilia.

I temi

Tra i temi del summit, organizzato da Ente Risi, gli equilibri del mercato europeo esposto alle importazioni dai Paesi Terzi (tra cui anche alcuni, come il Myanmar, sospettati di violazioni di diritti umani e dei lavoratori), le linee di riforma della politica agricola comune post 2020, nonché gli standard fitosanitari e l’etichettatura del prodotto. «Nei prossimi mesi – ricorda il presidente di Confagricoltura Vercelli e Biella – dobbiamo prendere decisioni cruciali per il futuro del riso. Questo forum ci consentirà di confrontarci come stakeholder della filiera europea con i governi le istituzioni, in particolar modo i parlamentari europei, affinché gli orientamenti che saranno assunti siano davvero utili per la stabilità e la crescita delle nostre produzioni».