Famiglia sfrattata deve lasciare l’alloggio di via Massaua.

Famiglia sfrattata dal 5 dicembre senza un tetto

Le feste natalizie quest’anno non trascorreranno in maniera lieta per tutti. E’ il caso della famiglia formata da Pasquale Angiuli, Maria Rosa Manzo e dalle loro due bimbe di quattro e un anno, che saranno costretti entro martedì 5 dicembre a lasciare l’alloggio di via Massaua in cui attualmente vivono.

Senza lavoro e senza soldi per l’affitto…

“Purtroppo da diverso tempo, sia io che mia moglie ci ritroviamo senza lavoro – spiega Angiuli – e presto saremo costretti a lasciare la casa in cui abitiamo; io percepisco l’indennità di disoccupazione ma, come evidente, non è sufficiente a coprire affitto, bollette e a sfamare quattro persone, per cui presto ci ritroveremo in mezzo a una strada”.

Il silenzio dei Servizi Sociali e la proposta del giudice…

Spiega ancora Angiuli: “Ci siamo rivolti all’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune, ma tutto quanto ci hanno detto, è stato di fare domanda per un alloggio in qualche casa popolare, ma non in Vercelli città. Abbiamo provato a Rive, dove avevano un alloggio libero, ma c’erano anche tante altre famiglie in graduatoria, ed al momento non ci sono prospettive per ottenere questo alloggio. Addirittura il giudice ci aveva prospettato una sistemazione alternativa: io al dormitorio e mia moglie e le bambine in una casa famiglia. Potrebbe essere una soluzione, ma così si disgrega una famiglia. Io vorrei stare mia moglie e le bambine. Ci siamo rivolti anche alla Caritas, ma non hanno alloggi disponibili al momento. In definitiva, il nostro obiettivo è quello di trovare una sistemazione, niente di più, ma non sappiamo dove sbattere la testa. A chi ci dobbiamo rivolgere per avere un aiuto?”