Giornata conclusiva del Progetto di Sicurezza stradale 2018/19, in collaborazione con scuole elementari Collodi e Pellico e con la scuola di Carisio.

Educazione stradale Santhià: si avvia alla conclusione il progetto scolastico

Educazione stradale Santhià: si avvia alla conclusione il progetto scolastico. Giovedì 23 maggio in piazza Zappelloni. Giornata conclusiva del Progetto di Sicurezza stradale 2018/19, in collaborazione con scuole elementari Collodi e Pellico e con la scuola di Carisio.

Giornata conclusiva del Progetto di Sicurezza stradale 2018/19 promosso dall’amministrazione comunale e seguito dal consigliere Gabriele Posillipo che ha delega per l’educazione stradale, in collaborazione con scuole elementari Collodi e Pellico e con la scuola di Carisio.

Particolare attenzione a bambini e giovani

Le tematiche dell’educazione stradale e della sicurezza stradale che ne consegue sono da sempre una priorità per l’amministrazione guidata da Angelo Cappuccio. In particolare l’attenzione si concentra sulle fasce più sensibili, i bambini e i giovani, perché devono essere abituati a prestare attenzione a cartelli stradali e ai comportamenti da tenere in strada a piedi e con la bicicletta. Si lavora su più fronti, dunque, in stretta collaborazione con l’Istituto Comprensivo S. Ignazio di Santhià, con la Polizia Locale e i volontari-scuola.

Ottavo anno di successi

“Un’attività ormai consolidata giunta alla sua 8^ edizione – osserva il sindaco Angelo Cappuccio – che prevede una parte teorica tenuta dalla Polizia Locale, un’uscita sul territorio percorrendo alcune delle vie più significative dal punto di vista delle norme sulla circolazione stradale e poi la Festa finale. Festa che attraverso il gioco veicola messaggi utili a far crescere i nostri ragazzi con consapevolezze anche nel contesto della sicurezza stradale”. Durante la festa finale, oltre a molte dimostrazioni pratiche delle forze di polizia e soccorso del nostro territorio, è previsto un piccolo “esame pratico ” mediante l’utilizzo di un percorso appositamente studiato in collaborazione con la polizia locale per gli alunni delle classi quinte per verificare l’abilità pratica in bici e l’apprendimento della parte teorica acquisita nei mesi precedenti. Infine merenda e consegna del patentino del ‘buon ciclista’.

Leggi anche:  Carisio: prima edizione di "Corri con le Mondine"

Sperimentazione sul campo

“Continueremo a portare avanti progetti in cui la formazione parte dai più piccoli perché siamo convinti che le buone pratiche ed il futuro delle nuove generazioni dipendano da noi – commenta il consigliere Posillipo – Grazie alla “sperimentazione sul campo” i più giovani imparano a muoversi nelle vie della nostra città in totale sicurezza e nel rispetto del codice della strada, anche utilizzando le biciclette, e spesso “riprendono” i più grandi per le scorrettezze che compiono. Questo ci fa pensare che siamo sulla buona strada!”.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE