Donazione organi: l’Asl di Vercelli dà il via a una campagna informativa sul tema.

Donazione organi la giornata nazionale

Il 14 aprile ricorrerà la giornata nazionale per la donazione di organi e tessuti. L’Asl di Vercelli ha lanciato una campagna «sul valore della libertà, sulla decisione motivata dalla conoscenza e dalla consapevolezza». «“Who wants to live forever”: un’esortazione e un invito per dare alla propria vita un’intonazione speciale – spiegano dall’Asl – partendo dalla convinzione che dire sì alla donazione sia una occasione straordinaria affinché la musica della vita non smetta di suonare».

Sui social

Una campagna che sarà diffusa con diversi strumenti: cartacei, ma anche e soprattutto digitali e che punta a favorire una forte condivisione via social. «Chi si recherà a dichiarare la propria volontà e avrà scelto per il SI se lo desidera potrà condividere con noi la sua scelta. Come? Scattando un selfie dopo il SÌ e postandolo sui propri canali social citando con un tag l’Asl di Vercelli e richiamando l’#hosceltoprima – spiegano – L’obiettivo è favorire la partecipazione e il passaparola virtuale di chi ha scelto, di chi ci mette la faccia e con essa il cuore e lo spirito. #hosceltoprima è l’# che lanciamo in rete per favorire la condivisione di una scelta che può diventare virale, superare i confini regionali ed estendersi a macchia d’olio in tutta Italia».

Coordinamento prelievi

L’Asl di Vercelli è sede di coordinamento locale per i prelievi, l’attività che consente di far sì che organi salvavita possano raggiungere i centri trapianto ed essere donati. Nel 2018 – ha evidenziato il dott. Giuseppe Barbarello, coordinatore per i prelievi di organi e tessuti dell’Asl di Vercelli – sono stati eseguiti 50 prelievi di cornee (da 25 donatori) e 2 donazioni multiorgano ( 2 fegati e 4 reni). Nei primi tre mesi del 2019 abbiamo registrato 14 donazioni di cornee (da 7 donatori), 2 prelievi multiorgano ( 2 fegati e 2 reni) e un multitessuto ( valvole cardiache e cute). Nella provincia di Vercelli sono 68 i comuni che hanno aderito al progetto “Una Scelta in Comune”: i dati estratti dal Sistema Informativo Trapianti alla data del 29 marzo 2019 mostrano che su 164.383 abitanti nei comuni interessati ci sono stati 7384 consensi e 1782 opposizioni. Una percentuale di adesione al SÌ che raggiunge dunque più dell’80% della popolazione.

Leggi anche:  Verolengo: apparizione della Madonna al Santuario

Un’iniziativa salva-vita

«Come Asl Vercelli  – ha sottolineato il direttore generale Chiara Serpieri – abbiamo voluto ideare e sostenere questa campagna perché siamo certi del valore salva vita che la donazione ha per i pazienti in attesa di un organo e al tempo stesso del significato di questo gesto come atto di responsabilità. L’Asl ha il dovere di informare e alimentare la consapevolezza dei cittadini; poi saranno loro a scegliere, ma noi abbiamo il compito di fornire tutti gli strumenti affinché tale decisione sia presa con coscienza e consapevolezza». «Scegli perché – come sottolineato dalla dottoressa Anna Guermani, responsabile del Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di organi e tessuti per la Regione Piemonte e Valle D’Aosta – è un tuo diritto ed esercitandolo solleverai anche i tuoi familiari qualora dovessero mai trovarsi nella condizione di dover prendere questa decisione in un momento difficile».