Discarica di elettrodomestici “spunta” in via Failla: in strada addirittura un frigorifero.

Discarica di elettrodomestici

Non è la prima volta, purtroppo, che via Failla si trasforma in una discarica abusiva a cielo aperto. Accanto alle cosiddette «isole ecologiche» spuntano con impressionante regolarità discariche di ogni genere. Chi ha buona memoria ricorda abiti gettati all’incrocio con via Chivasso, mobilio e altre schifezze all’incrocio con via Aosta e ancora altra immondizia buttata ovunque.

L’ultimo caso

L’ultimo caso la scorsa settimana. Al fondo della via, verso corso Gastaldi, è apparsa nei primi giorni di settimana scorsa una «corpulenta» discarica di elettrodomestici: è stato abbandonato addirittura un frigorifero, insieme a un forno a microonde e un televisore. Naturalmente il tutto senza il cartello con il numero fornito da ASM per il ritiro ingombranti… Ad accorgersi dell’accaduto il consigliere comunale di Vercelli Amica, Enrico Demaria, che con il suo tablet ha fotografato il disastro e lo ha mostrato in diretta streaming durante il consiglio comunale di giovedì. Consiglio per altro dedicato proprio alla situazione dell’ex Atena.

Quattro giorni

«Ho pensato che mostrando le immagini in quell’occasione chi di dovere si sarebbe immediatamente attivato sgomberando l’area sin dalla giornata di venerdì. Invece dopo quattro giorni non è ancora cambiato niente» sottolinea lo stesso Demaria nella tarda mattina di domenica (ieri). Nel frattempo la discarica si è ampliata con una vecchia antenna televisiva… «Ho chiesto lumi e ho saputo che Asm al momento dispone di una sola benna attrezzata per questo tipo di interventi e purtroppo l’agenda degli addetti è intasata a causa dei vandali che abbandonano rifiuti ingombranti in strada – osserva ancora Demaria – a questo punto vorrei chiedere al sindaco che fine hanno fatto gli ispettori che dovevano vigilare sulle isole ecologiche. E ancora, che ne è stato delle telecamere di sorveglianza: ricordo che quando vennero ripresi i vandali e fatte le multe il fenomeno degli abbandoni di rifiuti ingombranti si era un po’ attenuato. Sarebbe il caso di riprendere quel discorso…».

Leggi anche:  Domenico Sabatino: un caso di omonimia

Come smaltire i rifiuti

Per smaltire correttamente rifiuti ingombranti e materiale elettronico occorre contattare Asm al numero verde 800777171: l’operatore fornisce un numero identificativo da segnare sul cartello che accompagnerà il materiale. I rifiuti dovranno essere portati in strada solo poche ore prima dell’effettivo ritiro. In caso contrario, Asm deve intervenire in emergenza con l’uscita di una squadra ad hoc e con un costo notevole che si aggiunge al conto finale della nettezza urbana. Soldi che, giusto ricordarlo, sono della cittadinanza.