Disastro Trenitalia: in ritardo il 79% dei TO-MI. Lo rivela il rapporto mensile dei Pendolari.

Disastro Trenitalia: in ritardo il 79% dei TO-MI

“E’ stato registrato un ritardo sul 79,2% dei viaggi effettuati; è bene ricordare a Trenitalia che il ritardo dovrebbe essere un’eccezione, non la consuetudine”.

Questa è la conclusione del report mensile che il Comitato dei Pendolari Vercelli-Novara-Milano invia all’assessore regionale ai Trasporti Balocco. E’ la sintesi estrema di un disservizio ingiustificabile che continua da mesi.

Carrozze non all’altezza

Inoltre i pendolari riferiscono: “i treni continuano ad essere formati da carrozze non all’altezza dello standard qualitativo dei Regionali Fast. Secondo Trenitalia, l’uso delle carrozze a doppio vestibolo centrale avrebbe dovuto essere temporaneo ma così sembra proprio non essere; anzi, la composizione dei Regionali Fast è persino peggiorata, visto che i convogli sono ormai ridotti ad un’accozzaglia di vagoni presi qua e là da diversi treni”.

I numeri del disservizio

Ma ecco la tabella dei parametri  controllati dai pendolari nel mese di marzo.

Leggi anche:  Paola Bernascone Cappi all'Accademia della Cucina

Viaggi totali monitorati a Marzo: 72
Biglietti controllati: 20 ( 27,8% )
Treni in orario: 15 ( 20,8% )
Viaggi con ritardo inferiore a 5′: 28 ( 38,9% )
Convogli con ritardo superiore a 5′: 29 ( 40,3% )
Totale minuti di ritardo a febbraio: 329 ( 5,5 ore )

E i furbi sono tutelati

Riguardo il controllo dei biglietti è sempre “ridotto al minimo con buona pace di chi viaggia senza averne diritto rimanendo, di fatto, impunito”.