Detentori armi: in arrivo diffide dalla Questura. Chi non l’ha ancora fatto deve consegnare il certificato medico previsto dalla normativa.

Detentori armi: in arrivo diffide dalla Questura

Leggi anche: Deteneva munizioni abusive: deferito dai Carabinieri

La legge vigente che disciplina la detenzione di armi (Legge 104/2018) ha introdotto l’obbligo di una visita medica ogni 5 anni anche solo per chi detiene delle armi. Dalla promulgazione della Legge c’era tempo un anno per produrre questo documento. Tempo scaduto lo scorso 14 settembre.

Dalla Questura di Vercelli dunque avvisano: “Qualora i detentori di armi non abbiano provveduto al deposito della certificazione richiesta, nelle prossime settimane riceveranno una diffida ad adempiere al suddetto obbligo di legge entro 60 giorni, trascorsi i quali potranno subire l’adozione di una provvedimento di divieto detenzione armi, disposto dal Prefetto su proposta del Questore, ai sensi dell’aticolo 39 del Testo Unico delle Leggi di P.S. Per evitare una drastica conseguenza in caso di mancato rispetto dell’obbligo stabilito dal legislatore, posto a tutela della sicurezza pubblica e per accrescere il livello di garanzia nell’affidabilità dei soggetti in possesso di armi, si invitano gli utenti che non abbiano ancora provveduto all’adempimento richiesto, a presentare o a trasmettere, anche attraverso la posta ordinaria, all’Ufficio Armi della Questura di Vercelli, la necessaria certificazione”.

Leggi anche:  Giornata Memoria 2020: il programma

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE