Centro Multiraccolta le istruzioni per l’uso. E’ la stessa Atena a precisare modalità di accesso e tipologie di conferimenti.

Centro Multiraccolta parla Atena

Atena Gruppo Iren interviene sul centro multiraccolta di corso Papa Giovanni Paolo II con una serie di precisazioni che possono essere utili alla cittadinanza.

Le categorie che possono accedere

«Possono accedere al servizio esclusivamente le seguenti categorie di utenti.
A) Le persone fisiche (iscritte a ruolo Tassa/Tariffa per la raccolta e la gestione dei rifiuti solidi urbani) residenti, domiciliate o comunque detentrici anche a tempo determinato di locali nel Comune di Vercelli.
B) Il Comune di Vercelli con propri mezzi e personale nel rispetto delle modalità di trasporto stabilite dalla legge.
C) Il gestore del servizio pubblico di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani nell’ambito del territorio comunale di Vercelli.
D) Le imprese che eseguono lavori di manutenzione di aree verdi e giardini pubblici e privati ubicati nel territorio del Comune di Vercelli.
E) Le utenze non domestiche (per i rifiuti assimilati agli urbani) previa stipula di specifica convenzione con il Comune di Vercelli.
F) I distributori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, nonché gli installatori e i centri di assistenza con unità locale ubicata nel territorio del Comune di Vercelli.

Leggi anche:  Buoni fruttiferi: Poste italiane condannata dal Tribunale di Vercelli

Può essere richiesta l’identificazione

Si sottolinea inoltre che, al fine di verificare la sussistenza dei requisiti sopra indicati: a tutti i cittadini può essere richiesta l’esibizione di un documento di identificazione personale; tutte le imprese di manutenzione aree verdi e giardini pubblici e priva della città, in quanto “produttori” del rifiuto ai sensi della normativa vigente, sono tenute a mostrare agli addetti del Centro di Multiraccolta, il formulario di identificazione previsto dal Decreto Legislativo 152/2006. Dette imprese dovranno essere inoltre iscritte all’Albo Gestori Ambientali.
Inoltre, a tutte le utenze non domestiche può essere richiesta l’esibizione di copia del certificato di iscrizione alla Camera di Commercio.

Rfiuti speciali non pericolosi

Le utenze di cui al punto E possono conferire esclusivamente i rifiuti speciali non pericolosi assimilati agli urbani secondo quanto indicato dal regolamento del Centro presente in allegato sul sito (www.atenaspa.net).
I distributori di apparecchiature elettriche ed elettroniche potranno conferire i RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) provenienti esclusivamente dalla propria unità locale o dalle abitazioni di clienti con le modalità previste dal D.M. n. 65 del 08/03/2010 e s.m.i.
Nel caso in cui l’utente non disponga dei documenti richiesti, non potrà essere ammesso al conferimento dei materiali.