Caso Polioli approda alla Regione Piemonte con un tavolo di crisi.

Caso Polioli un tavolo a Torino

La vertenza della Polioli di Vercelli sarà al centro di un tavolo di crisi in Regione. Ad annunciarlo Gianna Pentenero, assessore regionale al Lavoro. A portare all’attenzione del consiglio regionale il caso è stata il sindaco Maura Forte, accolta dal presidente Nino Boeti e dall’assessore insieme a diversi consiglieri, fra cui Gabriele Molinari. L’apertura del tavolo è stata annunciata per mercoledì 11 luglio.

Proposte rifiutate

Al centro della questione ci sono 72 lavoratori che rischiano di essere licenziati in seguito alla chiusura dell’azienda, acquistata recentemente da un gruppo svedese. Finora le proposte giunte dalla ditta non hanno soddisfatto minimamente i sindacati. Le organizzazioni proseguono quindi con lo sciopero e hanno annunciato ulteriori iniziative «per sottolineare il comportamento di chi si appresta a buttare sulla strada un centinaio di famiglie».

Dal Piemonte alla Svezia

La riunione, secondo il sindaco, rappresenta un ulteriore passo per far sì che la Polioli diventi un caso nazionale. E’ stata annunciata anche l”intenzione di far giungere la notizia in Svezia per sollecitare il gruppo Perstorp in patria. «Rimane la disponibilità ad accogliere eventuali, serie proposte del gruppo svedese – osserva Forte – e la disponibilità di aprire un tavolo regionale di operatività». Boeti e Pentenero hanno espresso la volontà di approfondire l’argomento alla ricerca di soluzioni.