Bruciatura stoppie: ordinanze lo vietano a Vercelli e Ronsecco. Si rischiano sanzioni perché i Comuni e la Polizia Locale vigileranno.

Bruciatura stoppie: ordinanze lo vietano a Vercelli e Ronsecco

Dopo un’ordinanza presa dal sindaco di Ronsecco Davide Gilardino che vieta, in ottemperanza ad una Legge Regionale, l’abbruciamento delle stoppie dal 1° ottobre, ora anche il Comune do Vercelli scende in campo contro i roghi nelle risaie. In questo caso l’Ordinanza del Sindaco risale all’anno 2012 ed è tuttora in vigore.

La nota del Comune di Vercelli

“Si è avuta notizia che, come purtroppo ogni anno in questo periodo, si innalzano colonne di fumo da alcuni terreni coltivati a risaia.

Si ricorda che rimangono in vigore le misure adottate dall’Ordinanza sindacale del 2012 con cui veniva vietato l’abbruciamento delle stoppie sul territorio comunale di Vercelli. Sul rispetto di tale Ordinanza il Comune ha vigilato e continua a farlo.

“E’ davvero triste – sottolinea il sindaco Maura Forte – che nel 2018 si debba ancora ricorrere alle ordinanze per evitare pratiche che sono dannosissime per l’ambiente oltreché  ampiamente riconosciute come obsolete e inefficaci. Inoltre, sempre in tema di ambiente, a breve avremo cognizione di ciò che la Regione ha deliberato in merito alle misure anti smog e provvederemo agli atti per adempiervi”.

Leggi anche: Bruciatura stoppie: “pasticcio legislativo, la Regione spieghi

Leggi anche:  Black Friday Amazon: a Vercelli il più spedito è un aspirapolvere

Bruciatura stoppie: disagi a Tricerro e sulla Lignana-Ronsecco

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE