Barman vercellese finalista allo Strega dei cocktail. Jonathan Bergamasco del Caffè Imperiale nei magnifici cinque.

Barman vercellese finalista allo Strega dei cocktail

Il “Premio Strega” è uno degli eventi letterari e mondani più importante dell’anno. Allo storico evento si abbina il “Premio Strega Mixology”. Per arrivare nella cinquina dei cocktail più originalic’è una selezione altrettanto severa che per gli scrittori. Ebbene un barman vercellese, Jonathan Bergamasco del Caffè Imperiale, è stato scelto in questo gotha dei drink.

La 72esima edizione del Premio Strega letterario, si terrà giovedì 5 luglio 2018, a Roma, nella consueta, splendida, cornice del Ninfeo del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. Jonathan Bergamasco, nel creare il drink “ancora una volta” si è ispirato al libro “La strada per Roma”, di Paolo Volponi, Einaudi, vincitore del Premio Strega nel 1991, per creare il cocktail.

La ricetta di “ancora una volta”

La base del drink è costituita 4 cl di Liquore Strega, 2 cl di Gin Tanqueray ten, 1,5 cl di succo di limone, 1,5 cl di miele di ginepro Honey Mix Dzenevrà e tre foglie di menta. La preparazione del cocktail prevede, in primis, di raffreddare il bicchiere, un tumbler basso. Quindi, versare tutti gli ingredienti nello shaker, aggiungere ghiaccio a cubi e shakerare energicamente. Filtrare il cocktail nel bicchiere con ghiaccio e servire con ciuffo di menta fresca e zest di limone.

Leggi anche:  Radiologia Santhià e Gattinara riaprono il 3 settembre

Il cocktail sarà presentato al pubblico venerdì 15 giugno a partire dalle ore 19:00 fino a notte, presso il Caffè Imperiale di Vercelli (via Verdi, 8).

Come è nato il drink

“Come un libro diventa un cocktail? Beh – continua Bergamasco – sicuramente, come sempre, all’inizio lascio libero sfogo alle sensazioni, mi lascio ispirare anche dai piccoli dettagli: ad un buon barman non deve mai mancare la fantasia e la curiosità. Quando si crea un drink tutto ciò che ci circonda può essere utile e, ovviamente, anche la base di studio è fondamentale. In questo caso la scelta del romanzo “La strada per Roma” è stata una sensazione più che giusta perché, se il titolo poteva essere l’ideale, visto dove si terrà la finale, la storia era la mia, quella di un ragazzo di una piccola provincia che aspira a realtà più grandi come Roma. Creando il cocktail ho immaginato di portare con me, su questa strada per Roma, ricordi felici e affetti familiari per farmi forza e ricordarmi da dove sono partito, utilizzando un ricordo d’infanzia per dare forma al drink, uno di quei ricordi che ti fanno dire “vorrei poterlo vivere #ancoraunavolta”.