Auto usate: in provincia sono numerosi gli automobilisti che scelgono mezzi di seconda mano.

Auto usate a Vercelli

Ai vercellesi piace l’auto usata. Piace talmente tanto che la pagano in media diecimila euro e chiudono un occhio se ha quasi dieci anni di età. Lo studio dell’Osservatorio di Autoscout24 (il portale di annunci auto e moto, leader in Europa) sui numeri rilevati dal’Aci, disegna un profilo di assoluto interesse per il mercato dell’auto d’occasione con quasi 5mila passaggi di proprietà registrati nella nostra provincia in soli sei mesi. Si tratta dei dati del primo semestre 2019 che fanno segnare a Vercelli un saldo di crescita dell’1,3% che si inquadra in un trend di crescita piuttosto sensibile che riguarda l’intero Piemonte (solo Cuneo ha un saldo con segno meno). Le vendite nella nostra regione sono aumentate del 4,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Le preferenze

Ma cosa cercano gli acquirenti dell’auto di seconda mano? Nell’usato al primo posto in assoluto c’è sempre il diesel (58,3% delle richieste totali). Il prezzo medio delle vetture offerte sul mercato nella regione è pari a 12.470 euro, un dato inferiore sia alla media nazionale sia a Paesi come Francia, Germania, Austria, Spagna, Belgio e Olanda. Per le auto ecologiche (ibride ed elettriche), invece, il prezzo sale a 25.880 euro. L’età media delle auto in vendita è di 8,5 anni e tra le marche più gettonate vi è la Volkswagen, mentre tra le auto ibride e le elettriche la più gettonata è la Toyota.

Leggi anche:  Catasto Vercelli: trasloco in piazza Risorgimento

L’usato in Italia

«Dall’analisi dell’Osservatorio di AutoScout24 un dato emerge chiaramente: in Italia, rispetto ad altri Paesi europei, l’usato rappresenta la soluzione preferita, soprattutto per i vantaggi economici che questa scelta comporta – afferma Sergio Lanfranchi, Centro Studi AutoScout24 -. Le ricerche ci dicono che molti utenti continuano a credere nel diesel, soprattutto in quello pulito e moderno, in linea con l’attuale normativa vigente. Il cambiamento verso le motorizzazioni elettriche ed elettrificate avverrà in un orizzonte temporale più lungo, anche se la coscienza green emerge sempre più chiaramente».