Sicurezza zero: bloccate quattro aziende. Operazione della Guardia di Finanza ad Avigliana.

Sicurezza zero: bloccate quattro aziende

E’ di queste settimane l’allarme per gli incidenti sul lavoro. Le morti bianche che tornano a salire dopo anni di riduzione. Certo che se quattro ditte su cinque, prese a caso, risultano ignorare le più elementari prescrizioni di sicurezza e ambientali è facile capire perché tali statistiche aumentano.

Nel caso specifico la Guardia di Finanza di Torino, nella zona di Avigliana, ha rilevato il pericolo di esplosione in quattro ditte della stessa area industriale.
I Finanzieri della Compagnia di Susa e del Gruppo Torino hanno condotto l’intervento unitamente al personale dell’A.R.P.A. Piemonte, della Polizia Locale di Avigliana, dello SPRESAL – ASL3 e della Citta Metropolitana di Torino.

Questo team ha controllato un’area di oltre 10.000 mq. Zona industriale dove sono ubicate numerose aziende che lavorano manufatti in vetroresina per il settore nautico.

Carenze ambientali e alti rischi

Numerose e gravi le irregolarità accertate: dalla carente gestione dei rifiuti. Molti dei quali tra l’altro pericolosi, sino alle emissioni in atmosfera di gas e polveri. Tutte sostanze che, se incontrollate, possono provocare incendi ed esplosioni.
Per le quattro aziende fuori regola è stata disposta la sospensione dell’attività.

Leggi anche:  Posti lavoro tante offerte da valutare

Motivazione la non osservanza delle più basilari norme in materia di sicurezza e senza la possibilità di accertare la qualità e la quantità dei rifiuti (molti dei quali tossico-nocivi) trattati.

Denunciati imprenditori italiani e romeni

Quattro gli imprenditori, italiani e rumeni, denunciati dunque alla Procura della Repubblica di Torino per svariati reati ambientali e per le violazione delle norme relative alla sicurezza sul lavoro.
Nel corso dell’intervento è stata inoltre accertata la presenza di sette lavoratori impiegati irregolarmente, esposti in tal modo ad elevati rischi in termini di sicurezza e di garanzie assistenziali.