• Concessionario truffa cliente di Ronsecco

I Carabinieri di Ronsecco hanno denunciato un venditore d’auto 43enne residente in provincia di Varese, gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio, la persona, ed in materia di stupefacenti, perché ritenuto responsabile di truffa.

Cerca l’auto on line

La vicenda risale ai primiesi del 2019, quando un 59enne di Ronsecco, alla ricerca di una vettura usata, aveva valutato più opzioni d’acquisto presso diversi venditori, estendendo le ricerche anche attraverso internet.

Trova la vettura giusta

La ricerca, alla fine, ha dato i frutti sperati, e l’acquirente, trovata la monovolume che cercava ad un prezzo congruo, si è recato presso una piccola concessionaria multimarca del varesotto. L’auto andava bene e si è conclusa la vendita. In fase di perfezionamento del contratto, l’acquirente ha ricevuto una ulteriore proposta dal concessionario: in cambio di circa 600 euro, il venditore si impegnava a sbrigare ogni questione burocratica relativa alla compravendita, provvedendo personalmente ad approntare tutti i documenti e ad effettuare il passaggio di proprietà. La proposta è stata accettata, e l’acquirente ha versato una quota di 200 euro a titolo di caparra, riservandosi di chiudere il conto ad operazioni concluse.

Leggi anche:  Scatola nera taroccata: camionista nei guai

Rimane in sospeso il passaggio proprietà

Pur soddisfatto del veicolo acquistato, il 59enne si trovava ancora pendente la questione del passaggio di proprietà, così, a distanza di un mesetto, ha contattato il venditore per chiedere notizie, ricevendo ampia assicurazione che la pratica si sarebbe presto risolta, c’era stato solo un piccolo rallentamento.

Il venditore sparisce

  • È stato l’ultimo contatto, da allora il concessionario non ha più risposto ad alcuna chiamata e non è stato più rintracciabile, rendendosi di fatto irreperibile. Naturalmente del passaggio di proprietà ….nessuna notizia. Alla vittima non è rimasto altro da fare che rivolgersi ai Carabinieri che, dopo aver svolto alcuni accertamenti ed identificato il venditore 43enne, lo hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria ritenendolo responsabile di truffa.