Chivasso batte Trino in quello che era il match più atteso del campionato di Serie D per 72-53

Chivasso batte Trino per la seconda volta in stagione

Una battaglia, uno scontro fisico, tecnico, tattico, psicologico. Una partita a scacchi tra le due formazioni regine del girone A del campionato di serie D regionale. Questa è stata Chivasso-Trino, il big match di giornata andato in onda venerdì sera sul palcoscenico del PalaBlatta, vinto dalla GeneaBiomed per 72-53, che infligge ai vercellesi la seconda sconfitta negli scontri diretti dopo il +28 del match d’andata.

Squadre in campo con assenze importanti

Chivasso arriva in campo senza Davide Tardito, ancora fermo ai box a causa dell’ernia alla schiena, mentre tra le fila di Trino spicca l’assenza di Tommasiello, top scorer della squadra insieme a Perissinotto. Ritmi subito elevati fin dalla palla a due con Trino che prova a far valere la sua maggiore stazza fisica vicino a canestro con Perissinotto e Marangon, ma Chivasso regge bene l’urto, raddoppiando sistematicamente dal lato debole sui lunghi in avvicinamento a canestro e recuperando palloni preziosi che Delli Guanti trasforma in due triple consecutive, seguito da Vai e Morello che fissano il tabellone sul 14-9 dopo 7′, costringendo Tricerri al time out.

Nel secondo quarto Trino s’imballa

Chiuso il primo quarto sul 18-15, ad inizio del secondo Chivasso continua a difendere con intelligenza e aggressività, Trino si imballa offensivamente e i biancoverdi volano sul 37-15 sospinti dalle triple di Delli Guanti (4/4 nei primi 20′) e dalle giocate in contropiede di Cester. Tricerri si sgola nel time out e Perissinotto e compagni si scuotono. Cornaglia e Marangon fanno la voce grossa in attacco, mentre Chivasso accusa un calo che permette agli avversari di chiudere il primo tempo sul 40-29, dopo aver rischiato di scivolare anche sul -25 su una conclusione in/out di Vai.

Leggi anche:  Calcio Csi gazzarra alla partita tra Conet e Warriors

Dopo l’intervallo lungo riemergono i vercellesi

L’avvio di secondo tempo vede Trino difendere alla morte a tutto campo, costringendo i biancoverdi a forzare 4 conclusioni al limite dei 24″. Perissinotto sale in cattedra e punisce con 7 punti consecutivi i due falli tecnici fischiati a Vettori e Morello; assurde le proteste in due situazioni di vantaggio chivassese. Sul 49-46 Iannetti deve ridestare i suoi ragazzi e dopo il time out la GeneaBiomed ritrova la sua solidità difensiva e con una tripla fondamentale di Cocco e con Cester nel traffico riallunga sul 54-46 di fine terzo quarto.

Gli ultimi 10 minuti … una battaglia

Gli ultimi 10′ sono una battaglia: si alza il livello dei contatti, tutti vogliono vincere ed è ancora la difesa l’arma in più dei chivassesi che permette di recuperare tre palloni di fila, trasformati da Delli Guanti in sette punti consecutivi. La tripla di Morello e i liberi di Vai cementano il successo finale chivassese e la nuova classifica.

Il tabellino

GeneaBiomed Chivasso – Buzzi Trino 72-53
(18-15, 40-29, 54-46)
Chivasso: Vai 11, S. Delli Guanti 20, Vettori, Morello 14, Cester 14, Ratto 4, Baldin 3, Migliori, Di Martino ne, Pagetto ne, Cocco 6, Paz ne. All. Iannetti
Trino: Speranza, Penna 2, Cornaglia 8, Vigliaturo 3, Perissinotto 26, Salvaneschi, Marangon 14, M. Castelli, A. Castelli ne, Deandreis, Berutti, Vigone ne. All. Tricerri