Portinaro vs Pane: il capitolo scuole. Per entrambi gli schieramenti è un capitolo fondamentale da portare avanti.

Portinaro vs Pane: il capitolo scuole


“La scuola del futuro è stata costruita nel passato” ha sottolineato Pane, rivendicando quanto fatto dal centro-destra per portare in città l’Istituto Alberghiero e la sezione del Liceo Artistico Alciati. Su questa base il candidato di “Trino Migliore” intende ripartire. I piani vanno dalla modifica della viabilità nell’area del “campus” al miglioramento dei collegamenti con l’area Monferrato per attrarre gli studenti e facilitare l’arrivo di quelli già iscritti, all’acquisizione dell’edifico dell’ex Casalegno. Pane ha tirato anche fuori dal suo cilindro l’ipotesi di portare in città una sezione dell’Accademia di Belle Arti per cui sono già stati presi contatti. Sui lavori fatti nelle scuole in questi anni ha detto “non basta una verniciatura esterna per dire che sono state sistemate le scuole”.

La replica di Portinaro è stata puntuale: “voglio ricordare che in questi cinque anni abbiamo attivato 7 cantieri su tutte le scuole”. E ha elencato: asilo nido rifatto, spesi 1.500.000 euro per i lavori alla Primaria e un altro milione per le Medie. “Ben più di una semplice verniciatura”. Ha poi spiegato che per l’acquisizione del Casalegno si aspetta solo la ric0mposizione del cda dell’Ente. Ha rivendicato il mantenimento del servizio dell’asilo “Mamma Margherita” lasciato dai salesiani. Sottolineata pure l’importanza di dare valore e contenuti all’educazione anche con percorsi di accompagnamento per le famiglie per il personale che nelle scuole lavora.