Comunicato in merito di Gian Carlo Locarni, Responsabile nazionale dipartimento ambiente Lega Nord

Primo commento di una forza politica sull’operazone che ha portato a Borgo Vercelli a fermare e identificare gli autori di un gravissimo eco-reato. E’ la Lega Nord, con un comunicato firmato da Gian Carlo Locarni, Responsabile nazionale dipartimento ambiente Lega Nord che si complimenta con i carabinieri ma anche con i cittadini che hanno tenuta alta la guardia sul loro territorio.

Ecco il testo con alcune interessanti considerazioni proprio sugli “eco-Reati”

“L’ultima operazione dell’Arma dei Carabinieri in tutela del territorio svoltasi a Borgo Vercelli, lascia spazio a delle considerazioni positive nel merito. Nel ringraziare l’Arma per l’intervento solerte nel bloccare uno scarico illecito di rifiuti speciali sul territorio di Borgo Vercelli bisogna darne merito anche ai cittadini che hanno interagito a far si che si scoprisse tale illecito. Proprio dall’ultimo rapporto di Legambiente si evince come la legge sugli eco-reati stia portando i suoi frutti, sebbene la legge in questione sia ritenuta da molti, compreso il sottoscritto, ancora troppo “morbida” su chi commette tali atti delinquenziali. Dal rapporto di Legambiente si può leggere che: nel 2016 i reati ambientali accertati delle forze dell’ordine e dalla Capitaneria di porto sono passati da 27.745 del 2015 a 25.889 nel 2016, con una flessione del 7%. Cresce, invece, il numero degli arresti, 225 (contro i 188 del 2015), di denunce, 28.818 (a fronte delle 24.623 della precedente edizione di Ecomafia) e di sequestri 7.277 (nel 2015 erano stati 7.055), a testimoniare una sempre maggiore efficacia dell’azione investigativa e repressiva. A fronte di 1.215 controlli, nel 2016 la legge 68/2015 ha consentito di sanzionare 574 eco-reati, più di uno e mezzo al giorno, denunciare 971 persone e 43 aziende, sequestrare 133 beni per un valore di circa 15 milioni di euro con l’emissione di 18 ordinanze di custodia cautelare. Questo per l’appunto e da intendersi, oltre che alla buona azione delle forze preposte al controllo, al risveglio di una coscienza ambientale in molti cittadini, i quali non sono più propensi al ruolo di semplici spettatori in uno scenario di devastazione territoriale. L’interazione con le forze dell’ordine non può che portare alla diminuzione degli stessi eco-reati dato che oltre al controllo fattivo delle amministrazioni degli enti locali ed alle forze dell’ordine, sarà ancor più complicato per i fautori di azioni delinquenziali riuscire ad uscire indenni da detti comportamenti. Auspicando che vi sia una vero e proprio contagioso risveglio di coscienza ambientale in tutti noi, ribadisco un grazie sincero a chi, nel rispetto dei propri ruoli, contribuisce fattivamente alla difesa del territorio senza distinzione filosofica di parte”.

Gian Carlo Locarni
Responsabile nazionale dipartimento ambiente Lega Nord