Stecco e Pasquino denunciano le troppe assenze della maggioranza dalla vitale Commissione Ambiente.

Le questioni ambientali in città sono innumerevoli tipo che fare dell’ex inceneritore, risaie troppo vicine alle cae, impatto dei fitofarmaci, discariche ovunque… eppure Alessandro Stecco della Lega Nord e Stefano Pasquino di “VercelliAmica”, rispettivamente componente e presidente della V Commissione Ambiente del Consiglio Comunale, osservano che “non vediamo quasi mai i consiglieri di maggioranza di PD e cambia Vercelli. Di fatto, pur trattando temi vitali per la Città che spaziano dal verde pubblico, inquinamento fino a inceneritore e nucleare, solo i consiglieri di minoranza la frequentano e ne garantiscono il funzionamento”.

In particolare i due Consiglieri si riferiscono alla seduta di ieri, venerdì 8 maggio e spiegano: «Si parlava della bonifica sito inceneritore e del PAES, il piano si sviluppo ambientale che andava approfondito e votato prima del consiglio comunale. Ma anche oggi, i rappresentanti del PD e di cambia Vercelli non sono venuti, ne’ hanno mandato la “giustificazione”: Peila, Tosi, Caradonna. Capra invece risulta dimissionaria. Erano presenti come membri di minoranza Pasquino, Stecco, Brusco e Simonetti. Erano presenti anche Torazzo e Massa come consiglieri non membri. Ha relazionato in modo approfondito l’Assessore Bassini, e si è lavorato fino alle 19, in modo molto costruttivo e interessato da parte dei presenti. Certo è che la coscienza ambientale, tema cara alla Sinistra, deve essere passata di moda nel PD e affini. Anche la V commissione, come la maggioranza in consiglio, può lavorare solo grazie alla coscienza civica e serietà dei membri di minoranza.. .Peila e Tosi in particolare, si facciano un’esame di coscienza.. o magari si dimettano e lascino il posto a consiglieri piu’ disponibili”.

Leggi anche:  Renzi a Vercelli con il suo treno