Il deputato Busto e il consigliere comunale Catricalà: subdolo cambio di casacca

La decisione di Adriano Brusco di entrare nel gruppo di “Cambia Vercelli” come prevedibile scatena le ire dei suoi ex colleghi di movimento che gli ricordano le regole auree di Cinque Stelle: “Avrebbe dovuto dimettersi non tradire i suoi elettori”.

Ecco il testo del comunicato pentastellato.

Inaccettabile la decisione del Consigliere Brusco di passare tra le fila della maggioranza a guida PD di Vercelli. I cittadini vercellesi hanno votato la lista del MoVimento 5 stelle nel 2014, dando mandato a due candidati di rappresentarli in Comune. Il voto dei cittadini non può essere usato a proprio piacimento, tradendo la fiducia dei cittadini. L’unica cosa che può fare è dimettersi e risottomettersi al voto degli elettori. Sempre più evidente inoltre la fragilità di una maggioranza ormai ridotta ai minimi termini a tal punto da ricorrere a subdoli cambi di casacca, pur di andare avanti sino alla scadenza del 2019, vivacchiando in modo indecoroso, a spese dei contribuenti vercellesi.

Dal nostro canto, ripartiremo con ancora più forza e determinazione, con l’obiettivo di lavorare per il bene dei cittadini e mandare a casa una maggioranza evidentemente non in grado di amministrare Vercelli.

Michelangelo Catricalà, Consigliere comunale M5S Vercelli
Mirko Busto, deputato M5S
Gruppo regionale M5S Piemonte