I sindacati del settore hanno proclamato l’agitazione per il 30 e 31 ottobre.

Chi fa affidamento per la propria attività alle consegna dei corrieri o comunque all’autotrasporto si segni le date del 30 e 31 ottobre, perché saranno in teoria due giorni senza consegne. Infatti in sindacati del settore FILT CGIL, FIT CISL e UIL TRASPORTI, hanno proclamato in quelle date due giorni di sciopero generale, 

“A seguito dell’atteggiamento dilatorio ed irresponsabile delle controparti datoriali” si legge nella comunicazioone inviata ai giornali. Lo sciopero, secondo le federazioni sindacali si terrà: “Per garantire l’unicità del CCNL di settore, scaduto ormai da 22 mesi, e sostenerne un rapido e necessario rinnovo; Per l’affermazione di regole certe che diano tutele e diritti ai lavoratori e garantiscano continuità e legalità alle attività degli appalti; Per la valorizzazione del lavoro e la continuità occupazionale; Per un adeguato incremento salariale a fronte di un’importante crescita economica e produttiva del settore contro l’arroganza delle controparti datoriali che continuano a richiedere: di realizzare un peggioramento complessivo delle tutele e dei diritti dei lavoratori; Di abbassare il valore delle attuali indennità a partire di quella di trasferta per la quale le associazioni dell’autotrasporto hanno richiesto un sostanziale dimezzamento; Di precarizzare e rendere variabili istituti contrattuali ora certi come 14.ma mensilità, scatti di anzianità, ROL, ex-festività nonché di 2 giorni di ferie; Di produrre un rinnovo senza incremento salariale per i lavoratori.

Leggi anche:  Blocco traffico fino a lunedì

Per queste ragioni è proclamato lo sciopero generale del settore nei giorni 30 e 31 ottobre 2017 (dalle 00,00 del 30 alle ore 24,00 del 31). Per le imprese che svolgono servizi essenziali, soggetti alla regolamentazione della legge 146/90, lo sciopero sarà di 24 ore, dalle ore 00.00 alle ore 24.00 del 27 ottobre 2017″.