Segnalazione di Fausto Valdo sul servizio che è tornato a pagamento.

“A Tronzano vercellese, fra alcuni genitori degli alunni delle scuole Elementari, c’è sconcerto a causa dell’affidamento del servizio di sorveglianza degli alunni nel post scuola ad un ente terzo, con notevoli oneri a carico delle famiglie”. Lo afferma Fausto Valdo un cittadino che già in passato si è distinto per diverse segnalazioni di questo tip.

Da quest’anno, infatti, – spiega – il servizio non è più organizzato e gestito dai volontari (anche giovani) che da qualche anno offrivano la loro disponibilità in maniera del tutto gratuita alle famiglie ed ai piccoli alunni. Invero con delibera della Giunta n. 78/2017 il Comune ha deciso che il servizio verrà gestito da un soggetto terzo, a pagamento. Si chiedono i motivi della scelta, considerato che in paese molti ancora erano i volontari disponibili a offrire il servizio e considerato che tale cambiamento porterà maggiori spese nei confronti delle famiglie (si va dai 140 ai 220 euro mensili) che non hanno alternative per la custodia dei loro figli. Inoltre sottolineo che tale scelta va contro quanto da sempre sostenuto dalla Giunta nel periodo elettorale, durante il quale era stato promesso di mantenere il servizio gratuito, addirittura ampliandolo all’eventuale pre scuola. Si attende una risposta”.