Gentiloni a Vercelli incoraggia gli industriali di tre territori a credere nel rilancio.

Gentiloni a Vercelli. Il resoconto della giornata

“Spirito di squadra, unità e condivisione”. Tre parole che descrivono al meglio l’Assemblea congiunta delle associazioni industriali di Alessandria, Novara e Vercelli-Valsesia di lunedì 20 novembre a cui ha partecipato il presidente del consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni. E’ stata l’ultima assemblea congiunta, la tappa decisiva verso la costituzione di “Confindustria Territoriale Piemonte Orientale”, la realtà associativa che sarà attiva dalla seconda metà del 2018 assecondando al meglio la “Commissione Pesenti” di riforma del sistema confindustriale.

Gentiloni a Vercelli
Il pubblico al Civico

L’intervento del presidente Cottura

Ad aprire i lavori è stato il “padrone di casa” Giorgio Cottura, Presidente di Confindustria Vercelli Valsesia. «Avere ospitato il Presidente del Consiglio Gentiloni alla nostra assemblea ha rappresentato per noi un grande onore. E anche la conferma che il percorso di aggregazione avviato sta andando nella giusta rotta. Dal mese di luglio del 2018 diventeremo la seconda associazione della nostra Regione per numero di aziende iscritte.  L’aggregazione ci consentirà di mantenere le strutture nelle tre province. Ringrazio il Governo per la politica varata a supporto del nostro comparto, in particolare “il pacchetto di misure introdotte per supportare gli investimenti delle imprese, contribuendo alla “cultura dell’innovazione” e guidando così le aziende nel delicato passaggio verso la quarta rivoluzione industriale. Interventi graditi e utilizzati anche dalle nostre aziende».

I numeri del Centro Studi di Confindustria

Il direttore del Centro studi di Confindustria, Luca Paolazzi, ha delineato lo scenario di ripresa che vede protagonista anche il nostro territorio. «La crescita globale si è ormai consolidata e in prospettiva è attesa proseguire ancora. Le stime per il PIL italiano sono state riviste al rialzo: 1,5% nel 2017 e 1,3% nel 2018. E’ tuttavia  ancora ampio il divario con gli altri paesi dell’Euro e sono profondi e diffusi i danni della crisi. riforme e politiche pro-crescita sono indispensabili, soprattutto politiche rivolte ai giovani, che in modo sempre più preoccupante emigrano dall’Italia in cerca di migliori opportunità, impoverendo il potenziale di crescita del Paese. Fortunatamente il made in Italy continua a guadagnare quote di mercato. Nel 2018 l’export sarà del 15% sopra i livelli del 2008. Anche i consumi delle famiglie sono in crescita quasi ininterrotta dall’estate del 2013 con prospettive di accelerazione tra fine 2017 e inizio 2018».

Gentiloni a Vercelli

La chiusura della vice presidente nazionale

«L’internazionalizzazione delle imprese rappresenta una leva strategica per la crescita economica del nostro Paese. Il gioco di squadra tra soggetti privati e pubblici si è rivelato una modalità vincente. L’aggregazione delle associazioni di Alessandria, Novara e Vercelli Valsesia porterà ad una maggiore integrazione delle imprese. favorendo così azioni sinergiche anche per il presidio dei mercati internazionali, soprattutto in questo momento di grande crescita  dell’export italiano». Così Licia Mattioli, vice Presidente di Confindustria con delega all’Internazionalizzazione, ha chiuso la storica assemblea del Civico.