Il consigliere della Provincia di Vercelli con delega agli edifici scolastici aveva denunciato un atteggiamento punitivo della Regione nei riguardi del Vercellese per i progetti di adeguamento delle strutture rispetto ad altri territori piemontesi.

L’assessora regionale all’Istruzione, Gianna Pentenero, bacchetta con tanto di comunicato ufficiale la recente dichiarazione del consigliere con delega all’Istruzione della Provincia di Vercelli, Gian Mario Morello, il quale lamentava che la distribuzione delle risorse per l’edilizia scolastica avrebbe penalizzato il Vercellese e la Valsesia a vantaggio di altre zone del Piemonte.

Pentenero respinge “con sdegno e fermezza” e quindi motiva la sonora smentita. “Non è assolutamente così, e nessuno è stato beffato. La programmazione regionale per il triennio 2015-17 ha visto la partecipazione al bando regionale del 2015 di numerosi Comuni del Vercellese, del Comune di Vercelli e della Provincia di Vercelli, che hanno complessivamente proposto ben 35 progetti per un ammontare complessivo di oltre 15 milioni di euro. Di questi, 7 sono già stati finanziati nell’annualità 2015 e gli interventi sono attualmente in corso. La Provincia di Vercelli è presente in graduatoria con 3 progetti, giudicati ammissibili ma al momento non ancora finanziati, per circa 2 milioni e 400mila euro”.

Ma non è finita qui. L’assessora prosegue ricordando che “nei primi mesi del 2017, tra tutti gli interventi vercellesi inseriti nella programmazione come ammissibili ma non ancora finanziati, sono stati segnalati al Ministero competente oltre 9 milioni di euro di progetti che prevedono interventi di adeguamento alle norme antincendio, che potrebbero essere inseriti in una specifica  linea di finanziamento al momento in fase di elaborazione. In materia di adeguamento alla normativa antisismica non compare invece tra quelli ammissibili nessun progetto riguardante l’area vercellese. In seguito alle indagini su elementi strutturali e non strutturali degli edifici scolastici promossi dal Ministero nel corso del 2016, sono stati segnalati dal Ministero stesso e confermati dalla Regione circa 700.000 euro di interventi di ripristino, tra i quali uno di competenza della Provincia di Vercelli per un importo di 120.000 euro”.

Leggi anche:  Case ATC di via Palli dimenticate dal Sindaco

“Come si può evincere – evidenzia Pentenero – non c’è nessun motivo per accusare la Regione di aver assunto un comportamento punitivo nei confronti del territorio vercellese in generale e della Provincia di Vercelli in particolare. La Regione ha dato attuazione al programma promosso nel 2015 con un apposito bando, a cui hanno fatto seguito delle proposte progettuali provenienti dai territori, alcune delle quali – più aderenti alle linee programmatorie –  hanno già trovato risposta nelle misure di finanziamento, mentre le altre sono al momento ancora in lista di attesa. Ma di questo non si può certo dare colpa alla Regione, che ha agito in maniera trasparente e  con parità di trattamento nei confronti di tutte le amministrazioni piemontesi”.