In corso all’ex 18 una valida iniziativa culturale

“Abbattere le mura” è il motto della serie di collaterali al progetto “Segnale Libero” (le cabine del telefono trasformate in luoghi d’arte). Mostre ed eventi al padiglione “Ex18” dal 4 al 14 maggio. Le mura da abbattere sono quelle delle convenzioni, di quali siano o non siano i territori per l’arte, i luoghi in cui far sboccaiare la creatività. Dall’arte contemporanea più blasonata all’arte del tatuaggio… tutto di venta accessibile. Si abbattono anche le “mura” della distanza coinvolgendo artisti da Biella, Novara, Milano, per fare crescere un progetto originale come “Segnale libero”. Fateci un giro… l’ingresso è libero e ci sarà la possibilità di fare delle scoperte. 

L’evento sarà diviso in due tranche, 4/7 e 11/14 Maggio, nelle quali oltre agli artisti provenienti dalle cabine, saranno presentati artisti «fuoricabina» e ci saranno laboratori e workshop di vario genere.

«Segnale libero» chiuderà il suo passaggio all’Ex18 con una performance collettiva dedicata alle scuole, creata in collaborazione e sinergia con «Art… is life». Al centro di quest’ultimo evento, l’arte in tutte le sue molteplici sfumature e la sua influenza sulle future generazioni che, si auspica, possano trovare nel mezzo artistico un veicolo privilegiato di condivisione, dialogo, incontro, i ragazzi lavoreranno con gli artisti/tutor reinterpretando, in chiave artistica, gli 11 messaggi veicolati da importanti associazioni cittadine.

Gli artisti già presenti in «cabina» che espongono sono: William Xerra, Alberto Messina, Antonio Spanedda, Alessandro Casetto, Florine Offergelt, Daniele Statella.

Artisti fuori cabina, dal 4 al 7 maggio: Simon Panella, fumettista e illustratore – Vercelli; Davide Corona, fotografo – Biella; Valentina Vlad Roce, tatuatrice e illustratrice – Napoli.

Leggi anche:  Dikele Distefano incontra gli studenti del Lanino

Dal 11 al 14 maggio: Laura Fiume, pittrice e designer – Milano; Cristiana Folin, fotografa – Vercelli; Emanuela Scotti, pittrice e performer – Biella.

Giovedì 4 maggio l’inaugurazione a cui ha preso parte l’assessore comunale Daniela Mortara che ha fortemente appoggiato l’iniziatova, con musica di «Elephank Project» e performance live di Simone Panella. Si prosegue venerdi 5 maggio dalle 18 alle 19: lettura dei tarocchi con Valentina Vlad Roce, tatuatrice e non solo in trasferta da Napoli e lo scambialibri «Isola dei libri» a cura del Comitato Rone Isola.

Sabato 6 maggio alle ore 17,30: «Iotiamo Terme culturali, per prendersi cura della propria mente e riattivare la creatività, con il filosofo Stefano Francoli e l’artista Antonio Spanedda e il sostegno di Acc (ACC Associazione Culturale Creativa) e Fondazione Doing Philanthropy e ancora lo scambialibri che proseguirà anche domenica 7 maggio.

Nella settimana successiva altre iniziative per incontrare in mondo nuovo e molto “free” arte e cultura, due realtà che sono vitali come e più del cibo per la nostra vita.

La curatrice che ha messo insieme tutte queste differenti espressioni artistiche à Caterina Del Nero che vanta una lunga esperienza e ha bene presente la scena creativa non solo vercellese ma anche di territori vicini, di Milano ecc. “Segnale libero” è stato creato e viene promosso dall’associazione “Libriamoci a Vercelli”

Nella gallery alcuni momenti dell’inaugurazione e opere esposte.