Una gallery di alcuni momenti della serata di giovedì 24 agosto

Migliaia di persone giovedì 24 agosto nell’area della palestra Mazzini per la serata clou della Sagra d’la Panissa 2017: il concerto di Drupi. Il cantante è salito sul palco con il piglio di un rocker vero ed è entrato subito in sintonia con i vercellesi, prima ha lodato la panissa, poi ha riproposto i successi di una vita, e senza problemi ha sottolineato: “Ho 70 anni, chi l’avrebbe detto”. Ma sul palco ha sempre la stessa grinta e la voce calda. Nella sua formazione tanto blues e poi in carriera un successo da stella rock, ma non in Italia, nell’est europeo. “Ho partecipato a qualcosa come 8 o 9 Festival di Sanremo ma sono quasi sempre arrivato ultimo o penultimo”, perché le sue canzoni piacciono al pubblico ma non hanno mai scaldato le giurie. Hanno scaldato però i cuori del pubblico. C’erano così tante persone che uscire dal cortile della “Mazzini” è stata una vera impresa. Intorno alle 22 c’erano ancora avventori in coda e le tettoie dei “ristorante” erano gremite. Il Comitato Vecchia Porta Casale si è confermato al top sia come cucina che come organizzazione, non facile per nulla.

Leggi anche:  Save The Children sui maltrattamenti in asilo

La kermesse si chiude questa sera, venerdì 25 agosto, con l’orchestra spettacolo Danilo Pon ti Band, ospite della serata Francesca Mazzuccato, ex cantante dell’orchestra Bagutti.

Frequentate anche le mostre all’interno della palestra, dove faceva bella mostra di sé tutta l’area dell’asta di magliette (oltre 150) di campioni del calcio organizzata da “Liberi di scegliere” per sostenere il prohetto “Trasformiamo una lacrima in un sorriso” dedicato a disabili over 18 e alle loro famiglie. Asta che si è svolta principalmente on-line e che ha già permesso di raccogliere migliaia di euro.