Giancarlo Macrì e Costa show all’Arca sabato 25 novembre per “Letterature Urbane 4.0”.

Giancarlo Macrì e Costa in Arca

Pienone con tanta gente in piedi sabato 25 novembre intorno alle 18 nella ex chiesa di San Marco, fuori dal contenitore di Arca per assistere allo spettacolo appositamente creato da Giancarlo Macrì (Banda Osiris) e “Costa” Marco Costantini ovvero “Una città per scattare. Considerazioni di critico incompetente e di un cantante con patente”.
Tra doppi sensi sulla fotografia e considerazioni serie in contesti comici Macrì ha dato la sua versione sulla fotografia e sulla città e su molto altro. Alternati al “cabaret” gli intermezzi musicali di “Costa”.

I video

Il programma dell’ultima settimana

Ora inizia l’ultima settimana di “Letterature Urbane”, sempre con un denso programma.
Martedì 28 novembre alle ore 18 spazio all’Officina Teatrale degli Anacoleti per “L’imperatore del male”; mercoledì 29 Felice Pozzo con “Avventure a Vercelli”. Giovedì 30 novembre lo scrittore Alessandro Barbaglia spiegherà perché “Scrivere è una cosa da lasciarci le penne”.
Venerdì 1° dicembre sempre alle 18, come per tutti gli altri eventi, musica con Marco Bianchi al vibrafono e intermezzi poetici a cura di Gianluca Mischiatti.
Sabato 2 dicembre Cinzia Lacchia e Lorenzo Proverbio presenteranno “Storie da museo. Dieci scrittori per il Museo Borgogna”.
Grande finale domenica 3 dicembre. Questa volta si anticipa alle 17,30 prevista una festa con “Reparto Numero Sei” (Samuele Dessì. Enrico Caruso – endorser per Teknofisa – e Andrea Boscaro).
Al termine il “saccheggio” della mostra. Infatti gli artisti hanno regalato le immagini in mostra, chi vuole potrà portarsene a casa una in cambio di un’offerta Pro Airc.