Castello del Capitano inaugurato a Santhià

Castello del Capitano inaugurato a Santhià

Castello del Capitano inaugurato a Santhià. Le stanze della Musica e dei Ricordi in via De Rege Como sono state aperte sabato 28 ottobre alle presenza delle autorità civili e militari. Il primo a prendere la parola è stato l’assessore Bellardone,  che brevemente ha ringraziato tutte le persone e associazioni che hanno contribuito alla riuscita del suo progetto e il Sindaco che lo ha appoggiato.

Musica per tutti

Ringraziamenti anche da parte del sindaco Angelo Cappuccio, quindi l’atteso taglio del nastro, seguito da un brindisi. Arturo Sacchetti, con aneddoti della sua infanzia, ha sottolineato il suo desiderio di avvicinare i giovani alla musica, perché la stessa non è privilegio di pochi eletti. E’ un diritto di adolescenti e giovani che devono intraprendere un percorso educativo all’insegna di quella frase di Shiniki Suzuki, inventore della precocità musicale infantile, che suona: “Imparare a suonare come si apprende a parlare”.

Spazio alle note

La serata è proseguita con una passerella di giovani allievi del maestro Pavone, brevemente presentata da Sacchetti, rappresentanti gli stadi della crescita e i raggiungimenti musicali. Si è partiti con il più giovane dei musicisti di soli otto anni, Emanuele Gambino al violino che ha interpretato Johann Sebasian Bach – Gavotte, accompagnato al pianoforte da Natalia Kotsioubinskaia. Spazio poi ad altri giovani alunni, con musiche che hanno spaziato dal violino al pianoforte.