Videoslot follia prende a pugni la macchinetta mangiasoldi

Videoslot follia

Una storia che illustra in modo esemplare a quali livelli di sconforto e rabbia può portare la cosiddetta “febbre del gioco”. L’episodio è segnalato dalla Guardia di Finanza di Torino ed è accaduto a Moncalieri.

Un cinquantenne perde centinaia di euro alle slot machine ma continua a giocare, sicuro del fatto che la vincita sarebbe arrivata, quando però il passivo arriva a circa 300 euro, perde la pazienza e si accanisce contro la videoslot prendendola
letteralmente a pugni.
E’ dovuta intervenire una pattuglia delle fiamme gialle per fermarlo. L’uomo si trovava in un centro scommesse di Moncalieri, dove aveva dato in escandescenze dopo la perdita subita.
Dopo aver preso a pugni la macchina danneggiandola, ha minacciato di voler ritornare a distruggere tutto con un’ascia.
Il cinquantenne ha giustificato il comportamento sostenendo che la macchina fosse stata manomessa, poiché, nonostante l’esosa somma “investita” nell’arco di un intero pomeriggio, non aveva vinto nulla.
Così ha rimediato anche una denuncia per danneggiamento.