Truffa barista ma viene presa

I Carabinieri di Santhià hanno denunciato C.S., una 30enne di origine rumena domiciliata in un campo nomadi di Torino in quanto responsabile di truffa.

Le indagini

Le indagini sono partite da una denuncia del mese di aprile, sporta dal titolare di un bar di Santhià. I carabinieri sono poi riusciti ad identificare la truffatrice.

La donna, presentatasi presso il bar, all’atto di pagare una consumazione di esiguo valore, era riuscita a confondere il barista e ad indurlo in errore, ottenendo un resto superiore a quanto dovutole.