Setta satanica profana tombe in un cimitero. Preso di mira il camposanto di Cossila San Grato, aperte due bare di donne morte negli anni Sessanta.

Setta satanica profana tombe in un cimitero

Di solito si tratta di bravate, per quanto sacrileghe, ma nulla più. Questa volta invece pare esserci qualcosa di più sinistro.

Come riporta il  nostro portale ecodibiella.it  sarebbero stati quasi certamente i seguaci di una setta satanica. Dei folli con abiti lunghi e cappucci a punta che hanno profanato nella notte di martedì 29 maggio due tombe di donne morte e sepolte negli anni Sessanta. E’ successo nel “nuovo cimitero” di Cossila San Grato (Biella).

Bare estratte e depredate

Le bare sono state estratte da due colombari, uno dalla parte opposta rispetto all’altro. Sono state quindi portate nel cortile e aperte. Non è chiaro cosa gli adepti della setta abbiano asportato dalle bare – forse delle ossa – e cosa sia stato effettivamente fatto ai resti delle due donne. Entrambe sono nate intorno alla fine dell’800 e decedute negli anni Sessanta, peraltro a distanza di pochi anni l’una dall’altra.

Leggi anche:  Grandinata a Trino: danni alle scuole

Altri dettagli su ecodibiella.it