Nei guai anche un funzionario della Regione Piemonte

 

Un sequestro pari a 5 milioni di euro disposto dalla Corte dei Conti del Piemonte. E’ questa la decisione assunta nei confronti dell’ex funzionario della Regione, Giovanni Matteo Tarizzo, e degli ex amministratori della società Gec di Cuneo, Franco Giraudo, Alessandro Otella e Giovanni Battista Rocca. La Gec in passato era l’azienda incaricata alla riscossione del bollo auto. I quattro hanno patteggiato pene per corruzione in sede penale in considerazione a tangenti che avrebbero versato al funzionario allo scopo di fare affidare alla loro società il servizio riscossione bolli auto. Il procuratore della Corte dei Conti contesta loro un danno d’immagine alla Regione Piemonte e un danno alla libera concorrenza nell’aggiudicazione degli appalti.