Rubano il bambino Gesù nero di un presepe. E’ successo a Mollia in Valsesia.

Rubano il bambino Gesù di colore…

La stupidità è il male peggiore che affligge l’umanità, anche perché dalla stupidità si passa spesso a fare del male alla gente senza neanche accorgersene. Ebbene a Mollia (paesino della Valsesia) la parrocchia aveva pensato bene di mettere due bambinelli nella classica “mangiatoia” uno bianco e uno nero. Un messaggio di fratellanza, tanto per ribadire che il Vangelo non fa differenze tra bianchi, rossi e neri… solo fra “uomini – e donne – di buona volontà” e gli altri, quelli che la buona volontà non ce la mettono, se non per far peggiorare le cose.

Ecco come si spiega che un ignoto demente si è portato via il bambinello nero lasciando solo quello bianco, un po’ più solo. Non è la prima volta che in provincia si registrano atti vandalici che colpiscono i presepi o altri simboli natalizi. Vale dunque ciò che è stato scritto in un cartello vicino al presepe “orfano”. “Qui c’era Gesù Bambino nero. È stato rubato, voleva solo essere un messaggio di fratellanza tra i popoli. Purtroppo non siamo ancora pronti. Buon Natale”.