Tanta rabbia a Caresana per il blitz di due movimenti ambientalisti che hanno bloccato la tradizionale festa.

Il blitz animalista dell Meta e del gruppo “Fronte animalista” a Caresana ha di fatto rovinato la festa del paese. E’ vero che alla fine c’è stata una parvenza di corsa e quindi il voto è sciolto, ma la tensione a quintali che si è protratta per circa 40 minuti ha innervosito persone e animali col risultato di una clamorosa non partenza più che falsa partenza, con solo due carri che hanno proseguito verso il traguardo e uno che invece si è piantato contro le transenne a un palmo dal pubblico. Nessuno si è fatto male però la gara non ha valore dal punto di vista “agonistico”.

Tornando alla manifestazione per circa 40 minuti i militanti del Fronte Animalista sono rimasti seduti per terra, mentre i militanti del Meta di Biella conferivano con il Sidaco e i Carabinieri manifestando la loro convinzioni e contestando violazioni alla legge sull’uso degli animali nelle manifestazione. Il confronto si è’ fatto via via sempre più agitato, con il pubblico che protestava rumorosamente anche con frasi ingiuriose. Ad un certo punto un manifestante è caduto per terra, secondo alcune voci concitate accusando un attacco di cuore, la versione animalista è che invece è stato colpito al costato con un bastone, naturalmente la gente del paese ha negato dicendo che ci sono anche le prove video.A questo punto gli animalisti se ne sono andati. Poi le fasi “abortite” della corsa di cui abbiamo già detto.

Leggi anche:  Arrestato 55enne per evasione

L’uomo soccorso dalla Misericordia di Vercelli, dopo una ventina di minuti a terra e poi portato all’ospedale di Vercelli dove ha avuto una prognosi di quattro giorni. 

Le ragioni espresse dagli ambientalisti riguardano il trattamento ritenuto crudele e le condizioni non a norma di legge per lo svolgimento di manifestazioni con animali. Dall’altra parte sdegno, anche di Sindaci e autorità, perché sono state offese le radici culturali dell’evento. Nella gallery alcuni di questi momenti

Sul giornale in edicola domani lunedì 25 aprile un ampio servizio con foto inedite. A seguire alcuni filmati del parapiglia.