Paga con assegno scoperto e finisce nei guai

Paga con assegno scoperto una spesa da 300 euro

I Carabinieri della Stazione di Livorno Ferraris hanno deferito in stato di libertà E.D., 48enne residente in provincia di Biella, gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio, perché responsabile di truffa. Tutto è partito dalle indicazioni fornite in sede di denuncia sporta il 15 gennaio da un grossista di generi alimentari. I militari dell’Arma hanno accertato che il 48enne, dopo aver acquistato merce per un valore di 300 euro circa, aveva provveduto al suo pagamento presentando un assegno bancario. Detto assegno, a conclusione delle verifiche, era risultato riferibile ad un conto corrente bancario già estinto. L’assegno, pertanto, è stato sequestrato ed il 48enne denunciato all’Autorità Giudiziaria vercellese per il reato di truffa.